image

Nuove attività da aprire nel 2022. Negozi, idee originali e consigli di business

L’esigenza di aprire nuove attività è particolarmente sentita in questo periodo che per molti rappresenta una possibilità di ridefinizione della propria vita e dei propri obiettivi.

Le possibilità non mancano. Vi sono oggi sia imprenditori pronti a lasciare il proprio business divenuto troppo presto obsoleto, sia giovani e meno giovani lavoratori subordinati con il desiderio di mettersi in proprio.

La continua nascita di nuove attività portate dall’era digitale sembra aver creato un clima favorevole. Agricoltura, industria o servizi alle persone, le attività da aprire nel 2022 possono spaziare e portare a soddisfazioni inaspettate.

In questa guida vedremo alcune nuove attività lavorative che possono essere intraprese sin da subito, in autonomia, con un socio, in franchising, e con o senza dipendenti.

Marketing digitale

Chi desidera lavorare con i social media e nel marketing ha una vasta scelta davanti a sé.

Come confermato in un recente studio a cura Deloitte, Confindustria e Intesa San Paolo, i processi di digitalizzazione sono ancora agli inizi e risulta in crescita l’esigenza da parte delle PMI, di professionisti esperti in svariati ambiti digitali.

In tal senso la comunicazione continua ad avere un ruolo predominante. Saper allestire efficaci campagne sui social network finalizzate ad attrarre nuovi clienti può essere un’ottima nuova attività da avviare subito e in proprio.

Affiliazioni

Rimaniamo in ambito digitale. Chi è alla ricerca di attività da aprire, può pensare al network marketing o, in generale ai programmi di affiliazione.

Si tratta di un business che può essere avviato in tempi brevi e che può portare ad ottimi ritorni soprattutto per chi è alla ricerca di un secondo lavoro per arrotondare.

Tra le nuove attività lavorative pensare al settore delle affiliazioni ha diversi vantaggi. In primo luogo, è un business versatile – si possono vendere prodotti anche molto diversi tra loro, adattandosi così alle esigenze dei consumatori, in secondo luogo la non esigenza di un magazzino, mantiene bassi i costi d’ingresso e risolve il problema delle rimanenze e dell’invenduto.

Insegnante online

Un’attività da iniziare subito e senza indugi è quella dell’insegnante online. Non è un mistero che la necessità di nuove conoscenze e competenze sia elevata soprattutto in alcuni settori.

Un giovane neolaureato o un professionista esperto, desideroso di mettersi in proprio, può pensare di far fruttare le proprie conoscenze dedicandosi all’insegnamento online.

L’attività per essere avviata non ha bisogno di grandi investimenti, è sufficiente dedicare del tempo alla ricerca di una piattaforma online da utilizzare per proporsi e di alcune efficaci attività di personal branding che possano invogliare gli utenti a scegliervi come insegnante.

YouClassMe, Udemy o Life Learning sono solo tre esempi di possibili piattaforme da utilizzare.

Si può ad esempio proporsi come insegnante di discipline classiche: matematica, fisico, latino, storia o geografia, come anche dedicarsi: alla musica – insegnando ad utilizzare uno strumento, alle lingue – insegnando l’inglese, il tedesco o il francese, come anche lasciar libero sfogo alla propria fantasia, proponendosi come insegnante delle più disparate materie: marketing, fai da te, giardinaggio, informatica.

Sviluppo app mobile e software

Tra le attività da intraprendere, coloro che hanno una formazione in informatica e nello specifico in programmazione, possono pensare di dedicarsi allo sviluppo di app o software.

Creare un’app mobile, è un business in crescita, la cui domanda proviene da privati, aziende piccole, medio e grandi, associazioni ed enti.

Anche se non si hanno le competenze, chi non ha particolare fretta può pensare di acquisirle, e la scelta potrebbe ricadere sul settore dell’informatica. Una volta diventati abili programmatori, mettersi in proprio e diventare ricchi, potrebbe diventare realtà.

eCommerce

Aprire un eCommerce o un negozio online, significa seguire un trend in crescita costante da oltre un decennio, come confermato da Statista.

L’idea può trovare applicazione in diversi modi, si può pensare di spostare la propria attività anche online aprendosi così ad un nuovo mercato, come anche aprire un eCommerce da zero è un’operazione ormai fattibile e alla portata di tutti, grazie a numerosi strumenti che rendono il tutto abbastanza semplice, ad esempio, Shopify è il più celebre tool utilizzato per questo scopo.

Allevamenti redditizi

Abbandoniamo le attività nel settore digitale, passando ad altri settori. L’agricoltura merita una menzione particolare.

È in questo settore che possono rivolgersi tutti coloro che dispongono di un appezzamento di terra, anche piccolo.

Cerco idee per un allevamento redditizio. A questa richiesta, le risposte non mancano: allevamenti di lumache o di insetti, sono solo alcuni esempi.

Così come idee per nuove attività del ramo delle coltivazioni. Coltivare lo zafferano, la lavanda, le bacche di goji o il bambu, sono solo alcune delle tante possibilità.

Ristorazione e affini

Noi di cercalavoro abbiamo dedicato numerosi approfondimenti riguardo le nuove attività da poter aprire nel settore della ristorazione.

Aprire una pizzeria, un pub, una gelateria o perché no, un’agrigelateria.
Ciò che è emerso in ogni articolo, è che anche un’idea comune può diventare innovativa e alternativa qualora l’aspirante imprenditore riesca ad individuare le nuove tendenze del mercato.

Ad esempio, la crescita della popolazione vegana o vegetariana, l’attenzione verso il biologico e il chilometro zero, sono solo alcuni tra i tanti spunti che potrebbero aiutare a distinguersi.

Assistenza infanzia o anziani

Tra le nuove attività imprenditoriali e lavorative che non conoscono crisi, a buona ragione, riteniamo tutto ciò che gravita attorno l’assistenza all’infanzia o agli anziani come un business che continuerà a crescere nel futuro.

Aprire una ludoteca o un centro per anziani, viene incontro a diverse e reali esigenze.

I genitori dei bimbi hanno un costante bisogno di strutture e di personale attento che possa seguire i bambini durante i primi anni di vita, frutta e l’aumento dell’età media in Italia come in Europa, è forse il motivo principale che dovrebbe spingere, chi ha la possibilità e propensione all’assistenza, ad aprire un centro per persone della terza età.

Nuovi negozi e attività self-service

Il 2022, potrebbe essere altresì l’anno giusto per una nuova attività commerciale. Si può pensare di aprire un negozio di frutta e verdura, valorizzando così aspetti quali la tipicità e la stagionalità sempre più apprezzati dai consumatori, come anche si può pensare ad alcune attività in self-service.

Ad esempio, aprire una lavanderia a gettoni, può portare molte soddisfazioni soprattutto se avviata in un luogo turistico o in prossimità dei centri universitari.

Le attività in self-service, tra le quali può rientrare anche un semplice locale allestito con diversi distributori automatici, possono essere una tipologia di business interessante per chi ha delle risorse da investire, ma ha già un lavoro e possibilmente un locale di proprietà, a pian terreno, da utilizzare.

Franchising

Tra le idee per nuove attività commerciali, una citazione merita la possibilità di aprire un negozio in franchising.

Qualsiasi sia il proprio sogno, è molto probabile che esista un medio grande gruppo che ha pensato ad una soluzione in franchising.

La scelta è adatta a chi vuole iniziare una carriera imprenditoriale, riducendo al minimo il rischio d’impresa. La casa madre, infatti, è solita fornire tutto il supporto necessario (formazione, attrezzature, esclusività territoriale, campagne marketing) per far crescere e rendere profittevole il business scelto.

Inventare una nuova attività

E infine, tra le nuove attività di questo 2022, c’è una possibilità intramontabile: inventarsi l’attività da zero.

Se la concorrenza spaventa e se si hanno idee davvero innovative, forse è arrivato il momento giusto per metterle in pratica.

Riuscire a inventare un lavoro o una nuova attività, è una capacità per pochi. Chi riesce a sfruttare al massimo la propria creatività, imprenditorialità e l’intelletto, può pensare di costituire una startup innovativa, lanciandosi in uno dei tanti settori emergenti.

Ad esempio, si possono pensare ad attività dedite al riciclo o al recupero di materiali di scarto. Così come ad attività per migliorare o ottimizzare processi industriali particolarmente dispendiosi dal punto di vista energetico, come anche si potrebbero pensare a soluzioni che vengono incontro alle nuove esigenze del mercato alimentare.

Qualsiasi sia l’idea, l’importante è che sia ad alto valore tecnologico e innovativo per poter altresì beneficiare di alcune agevolazioni concesse a chi riesce, grazie al proprio impegno, a pensare ad una nuova attività con tutte le caratteristiche per rientrare tra i lavori del futuro.

Iscriviti al Canale Telegram di Cercalavoro.it

lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.