image

Attività in franchising nel 2021, tutto quello che devi sapere

Aprire un’attività in franchising risponde ad un’esigenza ben precisa: avviare un’attività in proprio, avvalendosi, allo stesso tempo, del know-how, dell’esperienza e della notorietà di un marchio consolidato sul mercato. 

In questo articolo, dopo aver definito cos’è un franchising e dato uno sguardo ad un settore che, come vedremo, include praticamente ogni tipologia di attività, vedremo alcune delle principali possibilità imprenditoriali offerte dal franchising, senza tralasciare aspetti quali: costi, opportunità e adempimenti burocratici. 

Cos’è un franchising

Per franchising si intende un’attività dedita alla distribuzione di prodotti e servizi al consumatore. I soggetti coinvolti sono: 

  • Per Franchisor si intende l’azienda madre proprietaria del marchio, la quale concede i diritti di uso del brand a fronte del pagamento di una royalty. 
  • Per Franchisee si intende la persona o la società che gestisce un punto vendita dopo aver stipulato un accordo con il franchisor. 

In generale, la gestione di un’attività in franchising è tale quando il franchisor concede all’affiliato non solo il nome della propria attività, ma tutti gli strumenti, l’arredamento, il supporto, i prodotti stessi e la formazione per gestire il business. 

Sulla base di quanto detto finora, è evidente che gestire un’attività in proprio ma allo stesso tempo avvalersi di un marchio consolidato rappresenta un vero vantaggio per colui che decide di intraprendere questa esperienza di business. Inoltre, gli strumenti forniti dal franchisor, permettono all’affiliato di creare un punto vendita in grado di soddisfare standard qualitativi elevati oltre che di adeguarsi rapidamente alle nuove esigenze dei consumatori grazie agli studi, le ricerche e le direttive impartite dall’azienda madre. 

Si evidenzia, altresì, che l’accordo tra il franchisor e il franchisee avviene mediante la stipula di un apposito contratto, il quale, principalmente definisce: 

  • i compiti del franchisor e del franchisee; 
  • l’importo da corrispondere al franchisor; 
  • le modalità di business; 

Sulla base di quanto detto finora, è evidente che gestire un’attività in proprio ma allo stesso tempo avvalersi di un marchio consolidato rappresenta un vero vantaggio per colui che decide di intraprendere questa esperienza di business. Inoltre, gli strumenti forniti dal franchisor, permettono all’affiliato di creare un punto vendita in grado di soddisfare standard qualitativi elevati oltre che di adeguarsi rapidamente alle nuove esigenze dei consumatori grazie agli studi, le ricerche e le direttive impartite dall’azienda madre.

Si evidenzia, altresì, che l’accordo tra il franchisor e il franchisee avviene mediante la stipula di un apposito contratto, il quale, principalmente definisce: 

  • I compiti del franchisor e del franchisee; 
  • L’importo da corrispondere al franchisor; 
  • Le modalità di business; 

Aprire un negozio in franchising

Aprire un negozio in franchising, è un processo che, in primo luogo si basa sulla ricerca del business da voler intraprendere. Come vedremo più avanti, è possibile oggi aprire un negozio in franchising in Italia il cui business può spaziare dall’alimentare, ai prodotti cosmetici, dai servizi di assistenza alle persone, alla vendita di ogni genere di prodotto.

Insomma, la lista di negozi in franchising da poter aprire è davvero lunga. 

Secondo quanto riportato dal rapporto di Assofranchising in collaborazione con CREA, in Italia vi sono quasi 900 franchisor, per un giro d’affari di oltre 727 mld di EUR. Quasi 60.000 punti vendita permettono di lavorare a 227.000 persone.

Può risultare interessante notare che, sebbene le attività in franchising all’apparenza sembrino essersi diffuse solo nell’ultimo periodo in realtà, nel 1970 in Italia la Gamma d.i. fu la prima azienda ad utilizzare tale forma di business, arrivando a controllare 55 punti vendita in tutta la penisola. 

Aprire un negozio in franchising: I riferimenti normativi

Dal punto di vista normativo i negozi in franchising sono disciplinati da:

  • La legge 129/2004 – Norme per la disciplina dell’affiliazione commerciale. La legge ha l’obiettivo di uniformare le tipologie di contratto tra le parti in termini di contenuto, durata, obblighi. 
  • Decreto 204/2005 inerente alle norme per la disciplina dell’affiliazione commerciale. 
  • Il regolamento UE 330/2010

Negozi in franchising da aprire: quali settori

L’idea di aprire un negozio in franchising non necessariamente richiede specifiche competenze in vendite o la conoscenza di tutte le caratteristiche del prodotto o servizio.

Tra i vantaggi del franchising, infatti, vi è il periodo di formazione previsto per il futuro o i futuri franchisees, i quali così possono acquisire le competenze necessarie per portare avanti il nuovo business.

Inoltre, usufruire delle azioni di marketing e divulgazione del brand gestite dalla casa madre permettono di sviluppare in maniera rapida la nuova attività.

Ad ogni modo, vi sono molte tipologie di negozi in franchising da poter aprire. Prima di vedere alcuni esempi vediamo nello specifico quali sono i settori principali che hanno visto un rapido sviluppo di tale tipologia di business: 

Settore abbigliamento: poco più del 20% di tutte le attività in franchising sono operanti nel settore dell’abbigliamento.

A seguire:

  • Settore dei servizi; 
  • Settore del commercio; 
  • Settore della ristorazione; 
  • Settore del benessere e del beauty; 
  • Settore accessori per la casa; 
  • Settore della grande distribuzione organizzata.

Negozi in franchising da aprire: la lista

Vediamo ora alcune tipologie di negozi in franchising da poter aprire. La lista comprende attività in franchising nel settore dell’abbigliamento, della moda, della mobilità sostenibile, come anche della ristorazione e del PetFood. Verranno altresì forniti alcuni esempi di attività in franchising innovative e particolari.

CHECOMODO 

CHECOMODO permette di aprire un’attività di delivery e consegne a domicilio. In particolare, la catena opera nel settore alimentare. Pensare di aprire una simile attività in franchising vuol dire seguire un trend in crescita, confermato dai dati del 2020 e del 2021.

CHECOMODO mette a disposizione un’App, il sito web e tutti i servizi di logistica.

Grazie a tale franchising è dunque possibile con un investimento minimo 4.900 EUR iniziare la propria attività di consegne e domicilio. Le uniche condizioni sono:

  • Aprire l’attività in un centro di almeno 25.000 abitanti; 
  • Accordarsi con almeno 10 attività tra pizzerie, gelaterie, pub, rosticcerie;
  • Disporre di almeno 5 riders. 
  • Incluso nel pacchetto: 
  • Formazione tecnica del personale; 
  • Attività di marketing. 

SPORT CAFE

Sport Cafè è un negozio in franchising che tutto in uno permette di aprire un bar, di offrire servizi di ristorazione, di offrire servizi quali scommesse e giochi online. Si tratta quindi di una serie di servizi che coinvolgono sia il settore della ristorazione, che della caffetteria che dell’intrattenimento.

Per aprire il proprio punto vendita in franchising non sono richieste fee d’ingresso, né royalties. Sono previste invece servizi di consulenza per tutta la durata dell’accordo e assistenza burocratica, legale e commerciale

L’investimento richiesto è variabile e personalizzabile. Sono altresì previste modalità di pagamento rateizzate.

Il servizio di franchising, inoltre, si occupa di una fase di assistenza per la ricerca della location, di un programma di formazione e affiancamento e di uno studio di fattibilità necessario per pianificare il business. 

CAFFÈ DAL MONDO

Caffè dal Mondo è un’altra idea di franchising per coloro interessati a lavorare in proprio nel settore del food and beverage. In questo caso si tratta di negozi specializzati nella produzione e nella vendita di capsule e cialde di caffè.

Come ogni attività in franchising anche in questo caso il modello di business si basa su un percorso di formazione nel quale viene trasferita agli affiliati tutta l’esperienza necessaria per gestire il negozio con successo. 

Gli interessati possono scegliere tra tre tipologie di offerte. La prima permette di aprire il punto vendita a fronte di un investimento di 3.900 EUR, la seconda tipologia: “Premium Brand” comporta un investimento di 9.900 EUR. La terza e ultima da 25.000 EUR. 

MESSER VINO

Messer Vino è il franchising dedicato agli amanti del vino e gli enologi desiderosi di aprire una propria enoteca o più precisamente wine bar. Si ha così l’opportunità di entrare nel settore del food unendo la tradizione dell’antica enoteca con il concetto più recente del wine bar.

Come ogni franchising, l’affiliato beneficia dell’uso del marchio, di servizi di consulenza per la ricerca della location e corsi di formazione.

Viene fornito inoltre un software per la gestione delle vendite e tutta l’assistenza da parte della società madre. Per poter aprire questa tipologia di franchising è necessario localizzare l’attività in un centro di almeno 20.000 abitanti.

Il locale dev’essere di almeno 100 mq ed è richiesto un personale minimo di tre unità. Rispetto ad altre attività in franchising Messer Vino richiede un investimento minimo consistente e pari a 40.000 EUR.

MARADIVA

Maradiva permette di avviare un’attività in franchising nel settore dell’abbigliamento. L’azienda propone tre tipologie di partnership. Dal classico franchising, dove ci si impegna ad aprire un negozio di abbigliamento a marchio Maradiva, fino ad accordi con commercianti multibrand del settore.

Restando all’accordo di franchising, l’attività in questo caso può essere aperta in maniera tutto sommato flessibile. Non è richiesto l’acquisto di arredi specifici, è previsto il ritiro della merce invenduta, non sono richieste fee d’ingresso e royalty. Inoltre, risulta garantita l’esclusività territoriale.

PARTICOLARI

Particolari è un celebre brand di moda e accessori italiano. Sono oggi oltre 100 i punti vendita sul territorio nazionale. La società, nata nel 1998, garantisce agli affiliati, a fronte di un investimento minimo di 25.000 EUR, un margine di profitto garantito, il ritiro della merce invenduta, corsi di formazione e di aggiornamento e ovviamente tutti i vantaggi derivanti dal brand conosciuto in tutta Italia.

L’investimento può essere finanziabile, non sono previste fee d’ingresso. Per aprire il proprio negozio Particolari, infine è richiesto un locale di almeno 70 mq in una zona urbana altamente frequentata.

CAMOMILLA ITALIA

Camomilla Italia è un’opportunità di franchising nel settore dell’abbigliamento. La società vanta oltre 20 anni di storia e 200 negozi aperti in tutta Italia. Entrare a far parte del network non richiede alcune fee d’ingresso o royalty e inoltre vi è la possibilità di restituire la merce invenduta.

Così come avviene per altri negozi in franchising anche in questo caso l’affiliato beneficia di un percorso di formazione e delle attività di marketing previste a livello nazionale.

Per questo riguardo la formula prevista viene richiesta la disponibilità di un locale di almeno 120 mq localizzato in una zona con almeno 20.000 abitanti. I costi per avviare l’attività dipendono da molteplici fattori ed è per questo richiesto di compilare il form presente sul sito ufficiale del franchising. 

DS CAMICIE

DS Camicie può essere un’idea di franchising per coloro che hanno una spiccata passione e abilità in sartoria. Si tratta dunque di un franchising sartoriale che offre la possibilità di aprire una propria attività nel settore.

Così come avviene in simili tipologie di franchising anche in questo caso è possibile restituire la merce invenduta.

Per aprire la propria attività in franchising è necessario disporre di un locale di almeno 35 mq. L’investimento iniziale è compreso tra i 18.000 EUR e i 25.000 EUR. DS Camicie si occupa di fornire tutto: gli arredi, le collezioni e gli accessori. 

VAPOR SYSTEM

Continuiamo la nostra lista di attività in franchising con Vapor System. L’attività consiste nell’offrire un servizio di pulizia e sanificazione direttamente a domicilio. La società presente dal 2020 oggi conta 27 punti vendita. Non sono previste fee d’ingresso e royalties. Inoltre, l’investimento iniziale è finanziabile.

Vapor System permette a fronte di un investimento tutto sommato sostenibile di offrire un servizio di sanificazione e pulizia di locali e autoveicoli, il tutto con l’uso di detergenti eco friendly.

Il servizio evita gli sprechi d’acqua e permette una riconosciuta sanificazione degli ambienti ideali contro batteri, muffe, funghi e virus.

La società offre diverse soluzioni di franchising e diverse modalità di finanziamento.

MEETNESS

L’apertura di un franchising può concretizzarsi rivolgendosi praticamente ad ogni tipologia di attività. Meetness ne è un esempio. L’azienda permette di affiliarsi e di aprire la propria agenzia matrimoniale. In particolare, si tratta di organizzare e pianificare incontri tra persone single alla ricerca di un compagno di vita. L’affiliato si occupa di conoscere i propri iscritti e di trovare per ognuno di questi l’anima gemella.

La società oggi dispone di 5 punti vendita. Per aprire la propria agenzia matrimoniale è previsto un investimento minimo di 5.900 EUR. L’affiliato riceve un corso di formazione completo. Per aprire la propria attività in franchising è richiesta la disponibilità di un locale di almeno 40 mq.

NOLEGGIO SEMPLICE

Noleggio semplice è il franchising dedicato al noleggio delle automobili a lungo termine, una tipologia di business che risulta sempre più apprezzata dai guidatori. Gli interessati, a fronte di un investimento minimo di 5.000 EUR, possono iniziare a offrire servizi di noleggio di vetture e veicoli commerciali a privati ed aziende.

Un percorso di affiancamento è previsto e permette all’affiliato di comprendere il funzionamento dell’attività. Tra le condizioni imposte dalla casa madre è necessaria la disponibilità ad aprire il centro in un’area abitata da almeno 100.000 abitanti.

TWIGA

Twiga è il franchising dedicato alla mobilità sostenibile. La società si occupa di noleggio di monopattini elettrici ed è oggi presente in Italia con 15 punti vendita. Il settore, in forte espansione, si rivolge a tutti coloro desiderosi di aprire una nuova attività imprenditoriale in franchising. L’affiliato riceve un corso di formazione specifica, l’uso dell’App dedicata e di tutte le campagne di marketing e promozionali attuate dalla società madre.

Per aprire la propria attività di noleggio monopattini elettrici è necessario un primo investimento di 5.000 EUR. Le royalties sono del 15%.

LA MAISONNETTE

LA MAISONNETTE è l’opportunità in franchising per chiunque voglia aprire un proprio asilo nido. L’azienda, nata nel 1980, oggi vanta 16 attività affiliate in Italia. Per aprire il proprio asilo nido in franchising è previsto un investimento di 15.000 EUR, di un locale di almeno 250 mq con giardino. La casa madre offre attività di formazione e affiancamento. Inoltre, garantisce che il nuovo centro non abbia concorrenza nelle vicinanze.

L’azienda è specializzata nella crescita sana del bambino, si avvale di metodo pedagogici innovativo e dalla forte impronta internazionale.

BOOKLET

Booklet è una delle più celebri librerie in franchising. Il gruppo è presente da oltre 45 anni e mette a disposizione della propria clientela oltre 25.000 titoli pubblicati dalle più celebri case editrici italiane.

Per aprire una libreria in franchising con Booklet è necessario disporre di un locale in prossimità di grandi centri commerciali o comunque in zone urbane molte frequentate. Il locale deve essere di almeno 50 mq e di massimo 200 mq. L’investimento iniziale è compreso tra 15.000 e 19.000 EUR.

Ad oggi, Booklet vanta oltre 30 affiliati. Sono previsti per l’affiliato la fornitura degli arredi, l’uso del software per la gestione dell’attività, materiale promozionale e un corso di formazione.

DOG&CAT

Gli amanti degli animali domestici possono pensare di aprire un’attività dedicata. Dog&Cat è una catena di negozi specializzata in vendita di articoli per cani, gatti e altri animali da compagnia.

La società vanta una storia lunga sul territorio italiano, iniziata nel 1996. Per aprire la propria attività in franchising è richiesto un investimento minimo di 6.000 EUR, la disponibilità di un locale di almeno 200 mq2. Oggi sono presenti 84 punti vendita Dog&Cat.

La società garantisce all’affiliato gli allestimenti, i materiali e l’approvvigionamento delle merci a prezzi competitivi. Sono altresì previsti servizi di consulenza costanti.

FRESH DOG

Fresh God è un franchising che permette di aprire un’attività in proprio di toelettatura per animali domestici. L’azienda vanta un’esperienza ventennale. Per aprire l’attività è sufficiente un locale di almeno 30 mq. È richiesto un investimento minimo pari a 8.990 EUR.

Non sono necessarie esperienze pregresse nel settore, in quanto Fresh Dog mette a disposizione un corso di formazione e assistenza completa.

FUNERALE A QUATTRO ZAMPE

Infine, rimanendo in tema di animali domestici, è possibile aprire il franchising di Funerale a Quattro Zampe che si occupa di garantire una degna sepoltura al proprio animale domestico.

Tale tipologia di attività, per quanto molto particolare, viene incontro alle esigenze di milioni di persone che desiderano avere un posto per il proprio animale domestico, quando questo, sfortunatamente, viene a mancare.

Funerale a quattro zampe, permette agli affiliati di offrire servizi quali: cremazione, inumazione e tumulazione. Sono inoltre previsti: un breve rito laico di saluto, l’allestimento floreale e il trasporto dell’animale.

È a tutti gli effetti un franchising innovativo. La quota di affiliazione è di 6.900 EUR, rateizzabili.

Iscriviti al Canale Telegram di Cercalavoro.it

lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *