image

[2021] Imparare l’inglese per il lavoro

Imparare l’inglese per il lavoro significa acquisire tutta una serie di conoscenze che vanno ben oltre la padronanza della lingua acquisita durante i percorsi di studi superiori e universitari.

La conoscenza di una o più lingue straniere, l’inglese, ma anche il tedesco o il francese, permette ad un lavoratore di avere una spendibilità diversa sul mercato, potendo così sia avanzare più agevolmente di carriera sia trovare nuove e più redditizie opportunità.

In questo articolo vedremo alcuni utili suggerimenti per migliorare l’inglese, rivolgendoci a tutte quelle persone che pur già lavorando riconoscono l’importanza di apprendere o migliorare la lingua.

Studiare l’inglese e lavorare

Trovarsi nella situazione di lavorare e allo stesso doversi ritagliare del tempo per imparare o migliorare l’inglese è una condizione piuttosto comune nella vita di un lavoratore.

Ben presto, infatti, ci si rende conto che l’inglese può sempre essere migliorato e che raggiungere la perfezione per un non madrelingua è un’impresa ardua.

Il problema è che apprendere le nozioni basilari della lingua, intrattenere una conversazione informale, seguire e comprendere una serie Tv richiede un determinato livello di conoscenza della lingua, ma padroneggiare la lingua a livello professionale è ben altra storia.

La lingua inglese, conosciuta da oltre il 25% della popolazione globale dagli Stati Uniti fino alla Nuova Zelanda così come riportato dal British government, non è solo utilizzata nella quotidianità ma è soprattutto il principale mezzo di comunicazione utilizzato dalle imprese che si interfacciano nei mercati esteri.

Imparare la lingua inglese per il lavoro è dunque un prerequisito fondamentale che permette di far progredire la propria carriera.

Un lavoratore coscienzioso deve dunque riuscire a ritagliarsi del tempo libero approfittando di ogni attimo della giornata per migliorare il proprio livello di inglese.

Un lavoratore può pensare di migliorare: reading, speaking e writing in diversi modi.

Esistono corsi online per ogni disponibilità economica, i MOOC, così come numerose app pensate per l’apprendimento della lingua. Ma perché è così importante aumentare la propria conoscenza della lingua?

Inglese informale e inglese professionale

Conoscere l’inglese a livello professionale è l’unico modo per poter effettivamente comunicare con i colleghi ma soprattutto con i clienti e con i fornitori.

Riuscire a parlare un inglese fluente durante una conversazione telefonica o via Skype, così come scrivere un’e-mail grammaticalmente corretta sono solo alcuni delle conoscenze proprie in colui che padroneggia un inglese professionale.

Conoscere l’inglese superficialmente, infatti, difficilmente porterà ad avanzare di carriera. Inoltre:
In sede di colloquio di lavoro, un selezionatore del personale preparato può in pochi minuti comprendere l’effettivo livello di inglese del candidato.

Conoscere l’inglese aumenta di gran lunga le possibilità di ottenere un colloquio di lavoro soprattutto in un giovane lavoratore che non ha un curriculum ricco di esperienze pregresse.

Ma come raggiungere un livello di inglese professionale pur lavorando e con poco tempo a disposizione?

Vediamo alcuni consigli utili per migliorare il proprio livello di inglese:

Concentrarsi sulla propria professione

Imparare l’inglese per il lavoro significa migliorare nell’uso e nella conoscenza di termini ed espressioni propri dell’attività svolta.

È impensabile concentrarsi su tutti i termini “professionali” utilizzati in contesti lavorativi generici.

Un primo modo di agire potrebbe essere concentrarsi sulle espressioni più utilizzate nel proprio ambiente lavorativo.

Selezionare blog, siti web del settore

In secondo luogo, dedicarsi giornalmente alla lettura di siti internet e blog del settore in inglese aiuta a comprendere quali terminologie sono maggiormente utilizzate.

L’attività andrebbe svolta quotidianamente, soffermandosi sui termini non conosciuti.

Può essere altresì utile verificare la corretta pronuncia delle parole affidandosi ad uno dei tanti dizionari online presenti sul web.

Tale attività, oltre a migliorare il proprio livello di inglese aiuta anche a mantenersi informati sulle novità del settore.

Ascoltare la radio

La lingua inglese ha numerosi e diversi accenti. Ad esempio, nel solo Regno Unito, i londinesi hanno un accento diverso rispetto gli abitanti di Manchester.

Tali accenti differiscono ancor di più spostandosi nelle zone del Galles o della Scozia.

È risaputo che esercitare l’orecchio alla comprensione dei diversi accenti sia piuttosto difficile per i non madrelingua.

Ascoltare la radio può aiutare ad abituarsi alle diverse inflessioni, ma anche abituare l’orecchio ai vari slang e modi di dire propri della lingua inglese

Anche in questo caso, selezionare alcune stazioni che trattano argomenti affini al proprio lavoro può avere una duplice utilità.

Tutto in inglese

Un lavoratore a tempo pieno ha una giornata frenetica. 40 ore settimanali le trascorre sul posto di lavoro e le ore restanti sono impiegate per mangiare, dormire, trascorrere alcuni momenti con la propria famiglia.

Per questi motivi, il tempo residuo a disposizione non è molto e spesso il solo pensiero di impiegarlo per la propria formazione potrebbe scoraggiare.

Un pratico rimedio potrebbe essere impostare tutti i dispositivi (pc, smartphone, tablet) in lingua inglese, così come navigare su Internet esclusivamente su siti web in lingua estera.

In altre parole, circondarsi ovunque di messaggi in inglese certo non permetterà da sola come attività di migliorare il livello di inglese professionale, ma aiuterà ad entrare più rapidamente in sintonia con la lingua ogni qualvolta si ha l’occasione di esercitarla.

Non tirarsi indietro

Gli inglesi amano ripetere “learning by doing”: imparare facendo. Ogni qual volta si ha l’occasione bisognerebbe vincere la timidezza e provare ad affrontare la conversazione.

Quando non si vive all’estero, le occasioni per confrontarsi in lingua inglese possono essere limitate e di conseguenza, non bisognerebbe tirarsi indietro.

Relazionarsi continuamente con persone straniere è uno dei metodi più efficaci per imparare rapidamente l’inglese.

All’inizio si potrebbero commettere alcuni errori nella pronuncia, oppure può capitare di non riuscire a comprendere appieno ciò che il nostro interlocutore vuole comunicare.

Con il tempo però, si riuscirà a comprendere sempre di più e si scoprirà che man mano che si conosce meglio il proprio interlocutore si riesce a comprendere sempre di più ciò che vuole dire, anche grazie alla presenza di altre componenti proprie della comunicazione non verbale come: il linguaggio del corpo.

Definire gli obiettivi

Infine, che l’obiettivo sia imparare l’inglese da zero o perfezionare la propria conoscenza della lingua, è importante definire degli obiettivi: misurabili e raggiungibili.

Pianificare il lavoro da fare, permette di misurare e di tenere traccia dei progressi raggiunti nel tempo. Si potrebbe partire dedicando 30 minuti al giorno allo studio.

Seguendo i consigli finora riportati, le possibilità non mancano per esercitarsi. L’importante è pianificare un percorso che comprenda tutti gli aspetti: la grammatica, l’ascolto, la pronuncia, la lettura.

L’importanza di imparare l’inglese pur lavorando

In conclusione, in un mondo incerto, caratterizzato da professioni in continua evoluzione e dalla necessità di apprendere sempre nuove competenze, uno dei pochi punti fermi è la lingua inglese.

Conoscere ogni sfumatura della lingua permette maggiori possibilità di avanzare di carriera, come anche di trovare un nuovo lavoro.

Le barriere linguistiche possono infatti essere un serio ostacolo allo sviluppo della propria carriera. L’inglese è una lingua comunemente riconosciuta nel mondo del business, permette di accedere ad una serie di studi e ricerche non accessibili per chi conosce solo l’italiano.

La comunicazione è un aspetto fondamentale, tanto per i lavoratori dipendenti ma soprattutto per i lavoratori autonomi, i quali sono continuamente alla ricerca di nuove opportunità.

Riuscire a comunicare efficacemente permette di far crescere il proprio brand, sia questo aziendale o personale. Al contrario una comunicazione non chiara rischia seriamente di danneggiare il proprio marchio oltre che preclude numerose possibilità.

Pertanto, un lavoratore non dovrebbe mai fermarsi nell’apprendimento della lingua. Anche una volta conseguita una certificazione, un atteggiamento proattivo non può che risultare la strategia migliore per progredire.

Iscriviti al Canale Telegram di Cercalavoro.it

lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *