image

Digital coach: chi è, cosa fa, corsi, guadagni e prospettive

Il digital coach (coach digitale o allenatore digitale) è solo una delle ultime specializzazioni nate nell’ambito del coaching.

Dai business coach, ai life coach, senza tralasciare i career coach. Ognuno di questi professionisti è specializzato in un ambito e a seconda dei casi, supporta la crescita di un lavoratore libero professionista, di un team di lavoro o di un’intera azienda.

Il digital coach, nello specifico, è la figura di supporto e guida ai processi di digitalizzazione in corso.

Le aziende, ma anche i lavoratori autonomi, hanno bisogno di assistenza al fine di affrontare una vera e propria rivoluzione, a cui tutti devono rispondere presente onde evitare di essere sopraffatte dalla concorrenza.

Chi è il digital coach

Il digital coach è una professione specializzata in ambito digitale e in pratiche di coaching. La figura ha competenze in vari ambiti:

  • Marketing
  • Business
  • Processi d’internazionalizzazione
  • Digital transformation.

A sua volta la figura può conoscere globalmente l’ambito digitale, oppure presentarsi come esperta di un ramo specifico: social media, content, web analytics, SEO.

Dopo aver frequentato specifici corsi di formazione, il digital coach lavora con i liberi professionisti, le piccole, medio e grandi organizzazioni, mettendo a disposizione la propria esperienza in ambito digitale, offrendo un percorso che combina le classiche azioni di formazione, coaching e tutoring, con i nuovi strumenti digitali.

Possiamo definire il digital coach come un professionista in grado di unire due professioni, il business coach e il digital transformation manager

Cosa fa il digital coach

L’obiettivo di un digital coach è supportare le aziende nell’elaborazione di un piano digitale personalizzato e finalizzato ad aumentare la presenza del marchio online. Il fine ultimo è riuscire ad aumentare e convertire le visite al sito web o eCommerce, in contatti e vendite.

Inoltre, il professionista propone tutta una serie di strumenti che possono essere implementati in un’ottica di digitalizzazione: sistemi in cloud, software gestionali, e in generale tutto ciò che offre oggi l’IoT (Internet of Things).

Un classico percorso di digital coaching prevede in primo luogo un’approfondita analisi dell’organizzazione volta a individuare i problemi e valutare le prospettive di crescita.

Successivamente il digital coach esamina l’attuale posizionamento dell’azienda sul web, valutando i risultati finora raggiunti e l’efficacia delle varie azioni intraprese.

In ultimo, dopo aver raccolto tutti gli elementi e in collaborazione con i manager o il titolare, definisce il processo di digitalizzazione da attuare.

Gli imprenditori così, possono avvalersi di un esperto in marketing e strategie digitali, in grado effettivamente di far crescere la presenza l’azienda sotto diversi punti vista.

Non mancano ovviamente azioni di supporto. L’allenatore digitale agisce infatti anche su aspetti quali motivazione e leadership.

Diventare digital coach

Diventare digital coach implica acquisire tutte le conoscenze necessarie in ambito digitale che possono essere utili alle aziende al fine di supportarle nei processi di digitalizzazione.

La figura, quindi, deve prendere confidenza con strumenti e terminologie quali:

  • SEO
  • SEM
  • Link building
  • Conversion Rate Optimization (CRO)
  • Funnel di vendita
  • Tecniche di advertising
  • Inbound marketing
  • Lead generation.

Si tratta di un percorso di studi e formazione complesso. Al momento le Università ancora non dispongono di simili percorsi; tuttavia, non mancano scuole specializzate che permettono di acquisire le suddette e tante altre conoscenze.

L’allenatore digitale è una professione che al contrario di avvocati, commercialisti o ingegneri, non dispone di un albo ufficiale. In altri termini, non è una professione regolamentata, un aspetto quest’ultimo che rende altamente personalizzabile il percorso di formazione.

Generalmente è sufficiente un diploma per accedere ai corsi previsti, i quali prevedono sia un esame finale sia il rilascio di una certificazione.

Corsi e master in digital coaching

Diventare digital coach richiede un approccio graduale. Idealmente andrebbero prima acquisite le competenze base di un coach e successivamente specializzarsi in ambito digitale. L’ultimo gradino è rappresentato dal master.

Le offerte in master in digital marketing e business transformation non mancano è può effettivamente permettono di creare un alto profilo spendibile in diverse realtà.

Un master in quest’ambito generalmente permette altresì un rapido ingresso nel mondo del lavoro, grazie alla stretta collaborazione tra le scuole e le imprese interessate.

La disponibilità di corsi e master universitari è dunque ampia, sia in Italia sia all’estero.

Spesso sono accettate anche modalità di frequenza online o da remoto. Un tipico corso o master in digital coaching, affronta i seguenti temi:

Digital strategy

Il modulo dedicato alla digital strategy permette all’aspirante coach digitale di conoscere tutti i principali strumenti utilizzati nel marketing.

Sono quindi trattati temi quali: SEO, e-mail marketing, social media strategy. Idealmente, l’obiettivo è fornire al corsista la possibilità di proporre una corretta strategia digitale ai propri clienti.

Web analytics

Un secondo modulo è dedicato all’analisi. In particolare, è focalizzato sull’apprendimento di strumenti come Google Analytics.

Saper raccogliere e analizzare i dati (numero di visite, tassi di conversione, tipologia di pubblico…) è basilare al fine di elaborare una corretta analisi delle performance online di una attività.

Inbound Marketing, lead generation, advertising

Ampio spazio è dedicato agli effettivi strumenti che possono essere utilizzati per raggiungere gli obiettivi. I corsi in digital coaching, approfondiscono quindi temi quali: come utilizzare Google Ads, campagne advertising per mobile, quali azioni intraprendere per veicolare il visitatore all’acquisto.

E-Commerce strategies

La figura del coach digitale è spesso affiancata a figure quale l’e-commerce project manager.

La continua crescita di store o eCommerce online, richiede infatti professionisti in grado di organizzare le vendite e la logistica, oltre che ovviamente garantire i risultati in termini di vendite.

Creazione siti web

Il digital coach infine è tenuto ad acquisire altresì conoscenze generali riguardo come creare un sito web. In questo modo può operare attivamente e seguire i lavori degli sviluppatori e dei programmatori informatici.

Il sito web è tra i primi biglietti da visita e ogni organizzazione ha bisogno di una vetrina gestita al meglio che garantisca un’esperienza di navigazione ottimale.

Digital coach quali prospettive

La figura dell’allenatore digitale ha tutti i requisiti per avere successo. È a tutti gli effetti un lavoro del futuro che combina tecniche di coaching con l’esperienza in ambito digitale.

Combinare studio, passione, personal branding significa avere un’effettiva opportunità di lavoro anche per grandi marchi.

Un digital coach può lavorare per conto di diverse figure: dai piccoli imprenditori o lavoratori autonomi, fino alle grandi aziende.

Come confermato in un recente report Istat, le PMI in Italia hanno assoluta necessità di digitalizzarsi.

I target europeo 2030 pone obiettivi ambiziosi che richiedo una profonda trasformazione digitale.

La direzione sembra quindi tracciata e lascia pensare che tutte figure come i digital coach saranno sempre più richieste e tendenzialmente ben pagate. Tra le azioni primarie si annovera:

  • Stabilire canali di vendita online
  • Utilizzare dispositivi intelligenti (IoT)
  • Utilizzare servizi in cloud
  • Pianificare le risorse d’impresa con software ERP.

Digital coach guadagni

I digital coach tendenzialmente sono lavoratori autonomi con P.IVA. Un aspetto che rende difficile inquadrare i guadagni.

Allenatori digitali di successo incaricati nel seguire la transizione digitale di grandi organizzazioni possono arrivare a guadagnare anche compensi vicino ai 5.000 EUR mensili durante l’arco del proprio lavoro in azienda.

Un digital coach agli inizi diversamente, potrebbe doversi accontentare di un salario intorno ai 1.200 EUR mensili. Inoltre, lavorare in questo settore in Italia o all’estero, soprattutto negli Stati Uniti, potrebbe fare un enorme differenza in termini di guadagni.

Se un guadagno medio mensile di un digital coach in Italia è di circa 1.500 EUR, meno di 20.000 EUR annui, negli USA lo stipendio medio di un digital coach è intorno i 4.000 USD annui, quasi cioè 50.000 USD mensili e pari a 45.000 EUR al cambio attuale.

Iscriviti al Canale Telegram di Cercalavoro.it

lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.