image

25 pregi e difetti da usare al colloquio di lavoro

Pregi e difetti tutti ne abbiamo in grande quantità. Difficilmente ci si interroga su quali siano, ancor più raramente ci si impegna per esaltare i pregi e nascondere i difetti.

Arriva un momento della propria vita però in cui qualcuno potrebbe chiedere di elencarli. Questo momento è il colloquio di lavoro.

Recruiter, selezionatori del personale o direttamente il datore di lavoro, potrebbe cogliere impreparato l’inesperto aspirante lavoratore chiedendogli: “Mi elenchi i suoi pregi e i suoi difetti” o similmente: “Mi parli dei suoi punti di forza e di debolezza”.

Saper rispondere alle suddette domande può sembrare semplice, in realtà le insidie sono dietro l’angolo. Parlare delle proprie caratteristiche personali non è mai facile. I rischi infatti sono due. Il primo è quello di apparire troppo sicuri di sé o presuntuosi, sostenendo qualità che in realtà non si hanno, il secondo è sottovalutarsi o sottostimarsi, mostrandosi fin troppo impreparati e inadeguati agli occhi del lavoratore.

In questo articolo vedremo quindi pregi e difetti, concentrandosi su come esporli al meglio e riportando esempi pratici, in maniera tale da arrivare il più preparati possibile ed evitando così di vanificare tutto l’impegno messo nella stesura del curriculum.

L’elenco dei pregi di una persona da usare al colloquio

Iniziamo dai pregi. Si tratta di punti di forza che dovrebbero aiutare il lavoratore ad aumentare le possibilità di superare il colloquio di lavoro.

Per questo motivo le caratteristiche personali positive andrebbero accuratamente selezionate.

L’obiettivo principale è trovare quei pregi che effettivamente possono essere utili per la posizione lavorativa per la quale si sta concorrendo.

Passione

La passione per il lavoro non può proprio mancare, è importante però trovare le parole giuste evitando di pronunciare frasi troppo inflazionate.

Possibile risposta per indicare la propria passione

La passione per questo lavoro mi ha spinto sin da ragazzo portandomi a scegliere un percorso di studi specifico e mi spinge tutt’oggi ad aggiornarmi e perfezionarmi. È la passione che mi motiva a imparare e a mettere in pratica quanto già appreso

Affidabile

Non è un mistero che l’affidabilità sia un pregio molto apprezzato sul posto di lavoro. Si può includerla nell’elenco dei pregi, avendo cura di riportare un esempio concreto.

Possibile risposta per indicare la propria affidabilità

Mi ritengo una persona affidabile, rispettare le scadenze, organizzare il lavoro e non procrastinare sono per me tre componenti indispensabili. Ho avuto modo di dimostrare l’affidabilità quando (..).

Creativo

La creatività e la capacità di pensare fuori dagli schemi. Può facilmente essere inclusa tra i pregi di una persona. Inserirla nell’elenco dei pregi anche in questo caso richiede di essere supportata da alcuni esempi in cui utilizzarla ha permesso di risolvere un difficile problema.

Possibile risposta per indicare la propria creatività

La creatività per me non vuol dire rivoluzionare o opporsi alle idee altrui, significa confrontarsi e lavorare affinché tutto il team di lavoro riesca a trovare soluzioni innovative per il bene dell’organizzazione.

Empatico

L’empatia è una soft skills che aumenta di gran lunga il grado di employability di una persona. Sostenere di essere dotati di empatia pertanto può essere incluso nella propria lista dei pregi.

Possibile risposta per indicare la propria empatia

Negli anni mi sono concentrato sull’empatia cercando di migliorarmi ogni giorno anche grazie alle attività di volontariato svolte. Queste mi hanno permesso di entrare in connessione con persone anche molto diverse da me.

Pensiero critico

Il World Economic Forum lo ha incluso tra le abilità più richieste dal mondo del lavoro.

Il pensiero critico o critical thinking è molto più di un pregio. Nell’elencare i punti di forza, si dovrebbe quindi pensare di citare questa soft skills.

Possibile risposta per indicare il proprio pensiero critico

Cerco di utilizzare il pensiero critico ogni qual volta devo prendere una decisione importante. Sono consapevole che inquadrare un problema in maniera chiara, logica e razionale riduce il rischio di commettere errori sul lavoro.

Lavoro di gruppo

Le organizzazioni oggi cercano candidati collaborativi, in grado di lavorare in team e di convogliare le forze verso un obiettivo comune. La lista pregi potrebbe includere la capacità di lavorare in gruppo o team work.

Possibile risposta per indicare la propria capacità di lavorare in gruppo

Lavorare in un gruppo dinamico è per me motivo d’orgoglio. È solo grazie al lavoro e l’impegno di tutti che è possibile raggiungere gli obiettivi, trovare soluzioni innovative e sostenersi durante i periodi di particolare stress.

Ascoltatore

Avere la capacità di ascolto rientra indubbiamente tra le qualità di una persona.

Ascoltare attivamente significa recepire al meglio le informazioni, dare massima considerazione alle parole dell’interlocutore e aver approfondito aspetti collegati quali: comunicazione non verbale e spirito critico.

Possibile risposta per indicare la propria capacità di ascoltare

Sono consapevole che la capacità di ascolto è imprescindibile per raggiungere gli obiettivi e allinearsi con le richieste e le aspettative che ripone in me l’organizzazione. Negli anni ho letto numerosi testi sul tema e continuo tutt’oggi nell’esercitarmi in questa importante abilità.

Integrità

Le persone integre sono coloro delle quali ci si può fidare. Sono lavoratori onesti che attribuiscono grande importanza ai valori, all’etica sul lavoro e alle relazioni interpersonali.

Possibile risposta per indicare la propria integrità

Ritengo di essere una persona di cui potersi fidare. Per me l’integrità sul lavoro è indispensabile ed è per questo che negli anni ho lavorato su me stesso cercando di sviluppare solidi principi e mostrarsi premuroso e attento verso le necessità degli altri siano clienti o colleghi.

Adattabile

L’adattabilità può essere inclusa nell’elenco dei pregi. Per un’azienda disporre di lavoratori adattabili significa poter innovare, cambiare filosofia o comunque adattarsi ai cambiamenti senza temere che i propri lavoratori non siano favorevoli al cambiamento.

Adattabilità vuol dire anche: essere disponibile a cambiare mansioni, al lavoro su turni, a spostarsi in un’altra sede.

Possibile risposta per indicare la propria adattabilità

In un mercato del lavoro così mutevole comprendo l’importanza di essere adattabili. Accetto con entusiasmo le nuove sfide e sono pronto ad apprendere e mettermi in gioco al fine di soddisfare le esigenze dell’azienda.

Antifragile

Un ultimo pregio è l’antifragilità. Dichiarare di essere antifragili significa far capire al recruiter la propria capacità di rispondere positivamente agli eventi negativi, traendo spunto da questi per continuare a crescere evitando di abbattersi.

Possibile risposta per indicare di essere antifragile

Più che adattabile o resiliente ho imparato a sviluppare l’antifragilità, cercando nel tempo di soluzioni e alternative per rispondere agli imprevisti e ai fallimenti. Questa caratteristica provo a trasmetterla anche a chi ho intorno cercando di creare un ambiente di lavoro positivo e proattivo.

L’elenco dei pregi e dei difetti dire al colloquio

La domanda: “Mi elenchi pregi e difetti” è più insidiosa di quel che sembra. Nel paragrafo precedente abbiamo visto una lista di pregi che ognuno considera come tali.

Esiste tuttavia una zona grigia assolutamente da tenere in considerazione. Alcune caratteristiche personali, infatti, potrebbero essere dei pregi ma anche dei difetti.

Durante il colloquio le soluzioni sono due. O si evita di menzionare alcuni pregi che il selezionatore potrebbe considerare difetti, o ci si prepara a rispondere ad un’eventuale richiesta di chiarimento.

Lavoro in autonomia

Bisogna fare massima attenzione quando si decide di includere tra i pregi la capacità di lavorare in autonomia.

Il recruiter da un lato potrebbe apprezzare il desiderio del lavoratore di gestire da solo le situazioni, dall’altro potrebbe temere che il dipendente prenda decisioni affrettate. Ecco, quindi, come si potrebbe rispondere:

Possibile risposta per indicare di saper lavorare in autonomia

Penso di avere la capacità di lavorare in autonomia ma allo stesso tempo utilizzo il pensiero critico per valutare quando chiedere un feedback prima di agire.

Ambizioso

Essere ambiziosi è importante, bisogna però stare attenti a non esagerare. Un lavoratore troppo ambizioso potrebbe essere spinto dal desiderio di prevaricare sui colleghi o essere alla costante ricerca di una posizione lavorativa migliore.

Possibile risposta per indicare di essere ambizioso

Reputo l’ambizione indispensabile per svolgere al meglio il lavoro. La considero un motore che mi spinge a raggiungere i risultati. Allo stesso tempo però non permetto che questa influenzi il mio rapporto con i colleghi e la lealtà verso l’organizzazione.

Perfezionista

Attenzione anche a dichiarare di essere dei perfezionisti. In molti casi questa caratteristica rientra tra i difetti umani. I perfezionisti, infatti, sono più propensi a procrastinare, a lamentarsi del lavoro dei colleghi e a non rispettare le scadenze.

Possibile risposta per indicare di essere perfezionista

Mi piace definirmi perfezionista ma nell’accezione positiva del termine. Il mio obiettivo è fare le cose al meglio, tenendo sempre presente quali sono i limiti e i pericoli presenti nelle personalità perfezioniste.

Ostinato

Particolare attenzione bisogna porre nella scelta della parola per definirsi disposti a tutto pur di raggiungere un risultato. Dichiarare di essere ostinati o peggio testardi potrebbe essere mal interpretato dal selezionatore.

Possibile risposta per indicare di essere ostinato

Sono consapevole che non sempre l’ostinazione e la testardaggine siano due pregi, per questo motivo cerco di analizzare ogni situazione cercando di valutare di volta in volta quando è il caso di essere ostinati e quando invece è meglio trovare una soluzione alternativa.

Istintivo

Infine, bisogna riflettere attentamente prima di includere l’istintività tra i pregi o tra i difetti. Anche in questo caso è necessario articolare bene il proprio pensiero.

Essere istintivi può essere dannoso perché può portare a prendere decisioni impulsive non supportate da un ragionamento logico. Allo stesso modo però, a volte è proprio una decisione presa d’istinto a fare la differenza.

Possibile risposta per indicare la propria istintività

Cerco di utilizzare sia l’istinto sia la logica prima di prendere qualsiasi decisione, evitando che l’uno o l’altro prendano il sopravvento.

L’elenco dei difetti e dei punti di debolezza da menzionare al colloquio

Come anticipato all’inizio dell’articolo ognuno di noi ha alcuni difetti. È molto facile che il selezionatore chieda di elencarne alcuni.

Viene da sé che non si può pensare di rispondere: “Non ho difetti”, ma neanche dare l’impressione che i propri punti di debolezza possano rappresentare un ostacolo all’ottenimento del posto di lavoro.

Ansioso

Sostenere di provare stati d’ansia, ad esempio, prima di una consegna importante è sicuramente un tratto caratteriale da migliorare. Ecco come potrebbe essere giustificata al selezionatore.

Possibile risposta per indicare di essere ansioso

Sono a volte un po’ ansioso perché tengo al mio lavoro e non vorrei mai deludere chi mi ha dato fiducia. Sono consapevole che l’ansia non sia benefica, soprattutto quando abbassa i livelli di concentrazione.

Mi sto impegnando a migliorare così da non farmi sopraffare dall’ansia.

Immaturo

Soprattutto i giovani lavoratori alle prime esperienze di colloquio di lavoro possono pensare di includere tra i difetti l’essere immaturi. Non sentirsi pronti è assolutamente normale quando si ha ancora 20 anni.

Possibile risposta per indicare di essere immaturo

Non avendo alcuna esperienza mi sento immaturo e con tante cose ancora da imparare. Essere immaturi è un difetto che però penso di poter risolvere con il tempo, acquisendo l’esperienza e la necessaria fiducia in me stesso.

Indeciso

Le persone troppo indecise potrebbero avere difficoltà durante la loro carriera lavorativa. Pensare e ripensare prima di agire inoltre potrebbe causare rallentamenti ed essere indice di scarsa autostima.

Possibile risposta per indicare di essere indeciso

Sono una persona un po’ indecisa. A volte ho difficoltà a capire quale sia la decisione giusta da prendere soprattutto quando le opzioni tra cui scegliere sono molte. Sto cercando di migliorare questo mio punto di debolezza grazie all’aiuto di un career coach.

Disordinato

Più volte ci siamo soffermati sull’importanza di una perfetta organizzazione sul posto di lavoro. Essere disordinati è un tipico esempio di difetto personale che può influire negativamente sulle prestazioni lavorative.

Possibile risposta per indicare di essere disordinato

Sin da bambino sono sempre stato disordinato e questo riconosco essere un mio limite. Sono consapevole che l’ordine mentale, della scrivania e della disposizione delle cartelle e dei file sul PC sia importante ed è per questo motivo che sto leggendo molti libri sul tema al fine di migliorarmi.

Egoista

L’egoismo e il suo contrario l’altruismo, sono tipici difetti (o pregi) più volte studiati da psicologi e sociologi.

Entrambe le caratteristiche diventano negative quando estremizzate. Un po’ di egoismo a volte è sano, essere troppo altruisti non sempre è un vantaggio. Sostenere di essere egoisti e motivare propriamente questo difetto può non avere alcun impatto negativo sull’esito del colloquio.

Possibile risposta per indicare di essere egoista

Riconosco di essere una persona talvolta egoista. Negli anni ho cercato di migliorare questo aspetto cercando di sviluppare un sano egoismo che sebbene non sempre sia positivo, mi aiuta a dire di no, a ritagliarmi gli spazi per me la mia vita privata o in altre parole a perseguire un corretto work life balance.

Impaziente

Essere impazienti è un punto di debolezza. Si tratta di un limite che può portare a prendere decisioni avventate, come anche a non darsi il giusto tempo. Chi sente di essere impaziente può pensare di dichiararlo durante il colloquio.

Possibile risposta per indicare di essere impaziente

Spesso sono impaziente. Ho fretta di raggiungere i risultati e ciò mi porta a commettere alcuni errori. Sto cercando di lavorare su me stesso e di imparare che per raggiungere grandi e ambiziosi obiettivi è giusto darsi il tempo necessario.

Lento

Nessuna azienda vorrebbe tra il proprio personale uno o più lavoratori lenti. Il mercato del lavoro oggi è molto competitivo.

Bisogna essere rapidi riuscendo a prendere le migliori decisioni nel minor tempo possibile. Inoltre, essere lenti espone al rischio di non rispettare i termini di consegna previsti. Come rispondere?

Possibile risposta per indicare di essere lento

La velocità non è mai stata il mio forte. Spesso mi accorgo di essere più lento rispetto ai miei colleghi.

Sto cercando di migliorare questo difetto studiando metodi per una corretta gestione del tempo e delle priorità.

Distratto

Anche la distrazione può essere dannosa e un recruiter tenderà ad escludere un candidato troppo incline a distrarsi. Come giustificare questo aspetto caratteriale?

Possibile risposta per indicare di essere distratto

Ammetto di distrarmi facilmente. Questa tendenza mi porta spesso a perdere tempo. Tuttavia, sto imparando a gestirmi ad esempio evitando il multitasking e avvalendomi di tecniche che mi aiutano a rimanere focalizzato sul lavoro come la tecnica del pomodoro.

Avaro

L’avarizia è un peccato capitale. Si tratta di un qualcosa di più grave rispetto ad essere un buon risparmiatore.

Sul posto di lavoro essere avari potrebbe complicare i rapporti con i colleghi e anche la propria immagine personale potrebbe risentire. Ad esempio, una persona taccagna potrebbe rifiutarsi di offrire un caffè ai colleghi, oppure risparmiare troppo sul proprio outfit.

Possibile risposta per indicare di essere avaro

Mi è sempre stato fatto notare di essere una persona avara che attribuisce troppa importanza al denaro e poco incline a spenderlo.

Sto cercando di migliorare questo mio difetto imponendomi un budget mensile da spendere e invitando i conoscenti a non avere remore nel farmi notare quando mi comporto in maniera sbagliata.

Cinico

Le persone ciniche possono incontrare diversi problemi nella vita e sul mosto di lavoro. Il cinismo è un atteggiamento di indifferenza e disprezzo verso valori, convenzioni sociali, sentimenti e regole.

Possibile risposta per indicare di essere cinico

Alcune esperienze negative vissute in passato mi hanno portato, inconsapevolmente, ad essere un po’ cinico.

Tendo a nascondere le emozioni e a non farmi influenzare troppo da ciò che mi circonda. È una debolezza che spesso mi porta ad isolarmi. Sto cercando di fidarmi di più degli altri e di limitare il difetto soprattutto sul posto di lavoro.

Pregi e difetti: in conclusione

Durante un colloquio di lavoro il selezionatore non è solo interessato a sapere quali sono i pregi e i difetti del candidato. Il suo interesse è anche scoprire se l’aspirante lavoratore ha individuato quelle aree della propria personalità definibili come punti di forza e di debolezza.

Dimostrare di essere a conoscenza dei propri pregi e difetti ed evidenziare come questi vengano esaltati o limitati è l’aspetto primario da considerare.

In conclusione, nessuno è perfetto ma è importante impegnarsi in un continuo percorso di crescita e miglioramento personale finalizzato sia ad avere successo nel lavoro sia nella vita privata.

Iscriviti al Canale Telegram di Cercalavoro.it

lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.