image

Aumentare l’autostima, come fare?

Aumentare l’autostima, come vedremo oggi, apporta notevoli miglioramenti nella vita di tutti i giorni come sul posto di lavoro.

Sono in molti a chiedersi come migliorare l’autostima e in alcuni casi cosa fare per ritrovarla. Quali consigli, quali tecniche utilizzare?

Cos’è l’autostima

L’autostima può essere definita come la valutazione che ognuno di noi attribuisce alla propria persona.

Valutarsi come una persona positiva, con dei valori e ritenersi in grado di affrontare con successo le sfide, è molto probabilmente indice di alta autostima.

Quando, al contrario, una persona tende a sottovalutarsi, a non ritenersi in grado di affrontare situazioni diverse, o in generale non si ritiene all’altezza, allora probabilmente ciò è dovuto ad una bassa autostima.

Avere un’alta o una bassa autostima, spesso non è collegato al successo o all’insuccesso personale.

Una persona di successo può non avere un’autostima elevata e tendere a sminuire i risultati ottenuti.

Una persona che deve ancora dimostrare il suo valore non è detto che abbia una bassa autostima.

Inoltre, talvolta si possono passare dei momenti poco piacevoli che contribuiscono ad abbassare l’autostima, ed è in questi casi che bisogna lavorare per recuperarla e rafforzarla.

Alcuni sinonimi di autostima sono: amor proprio, fiducia in sé stessi, stima di sé stessi.

Come avere più autostima

Può capitare a tutti di passare un periodo della propria vita caratterizzato da una bassa autostima.

Un colloquio di lavoro non andato bene, rimproveri o richiami al lavoro, ma anche spiacevoli episodi che possono capitare nella vita di tutti i giorni.

Come vedremo più avanti, avere un giusto equilibrio di autostima è importante per affrontare le piccole e grandi sfide quotidiane. E allora cosa fare per recuperare l’autostima?

Non pensare di non essere il grado

Il primo consiglio per aumentare l’autostima consiste nel convincersi di essere in grado di affrontare le cose.

Avere costantemente un pensiero negativo, pensare a priori e senza prima averci provato a frasi del tipo: “non ce la faccio”, “non sono in grado”, “non sono all’altezza”, non aiuta se l’obiettivo è recuperare l’autostima.

Accettare un nuovo lavoro, mettersi alla prova, convincersi di non avere niente in meno rispetto agli altri aiuta ad aumentare l’autostima.

Iniziare e finire un lavoro

La maggior parte delle volte sono i risultati ottenuti a determinare il proprio grado di autostima. Quest’ultima tende a rafforzarsi quando un progetto o un lavoro viene portato a termine.

Lasciare un progetto a metà, abbandonare un lavoro prima di aver valutato attentamente tutti gli aspetti, sono alcuni esempi che potrebbero influire e portare ad abbassare l’autostima.

Monitorare i progressi e i risultati raggiunti

Talvolta la personalità e il carattere possono giocare un brutto scherzo.

Alcune persone che soffrono di mancanza di autostima tendono a non dare la giusta importanza ai risultati raggiunti e, allo stesso tempo, attribuiscono molta importanza quando accade un episodio spiacevole.

È importante quindi monitorare i progressi compiuti durante il corso della propria carriera, annotarseli e di tanto in tanto consultarli così da avere nero su bianco una lista di obiettivi e risultati portati a termine.

Aiutare il prossimo

Rendersi disponibili verso gli altri siano questi: colleghi di lavoro, amici o persone in difficoltà è una valida tecnica che permette di accrescere la propria autostima.

Dedicare alcune ore al giorno ad attività di volontariato, ad esempio, permette di rendersi utili alla società, di sentirsi parte di un qualcosa di importante e in definitiva di accrescere l’autostima.

Non essere perfezionisti

Aspirare alla perfezione è importante ma è anche importante essere consapevoli che alle volte non si può essere perfetti.

Essere troppo perfezionisti, può portare a problemi di autostima, poiché si tende a ritenersi responsabili quando non si riesce a svolgere un compito perfetto così come lo si è immaginato.

Anche in questo caso, dunque, è indispensabile un giusto equilibrio.

È corretto cercare di fare le cose al meglio, ma allo stesso modo bisogna essere consapevoli che non sempre possono essere svolte in maniera perfetta.

Prendersi cura del proprio aspetto fisico

Star bene con sé stessi è un ottimo modo per aumentare l’autostima. Sebbene si sia soliti sentire che l’apparenza non conta, uno stile di vita sano, fare attività sportiva, curare l’abbigliamento e il proprio corpo sono tutte piccole azioni quotidiane che contraddistinguono le persone con un’elevata fiducia in sé stessi.

Consigli per aumentare l’autostima sul posto di lavoro

L’esigenza di rafforzare l’autostima si presenta nei contesti dove si entra in relazione con gli altri.

Per uno studente una giusta autostima può migliorare le prestazioni a scuola o all’Università, per un lavoratore avere più autostima in sé stesso può essere determinante per ottenere una promozione avanzando di carriera.

Secondo quanto affermato da Lynn Taylor, un lavoratore soffre di mancanza di autostima principalmente per un motivo: a causa dei cattivi rapporti con il proprio datore di lavoro.

Mentre William Arruda offre un interessante collegamento tra autostima e personal branding rivolgendosi così ai lavoratori autonomi.

Egli ritiene che un’elevata autostima in sé stessi si trasmetta anche sul proprio brand e di conseguenza sulle capacità dell’attività di attrarre clienti e lavoratori talentuosi.

Vediamo ora alcune tecniche per avere più autostima in sé stessi sul posto di lavoro:
Sapere quanto vali

Negli anni un lavoratore acquisisce sempre nuove competenze e conoscenze. Essere consapevoli del proprio valore e dei propri punti di forza, è un primo passo che permette di aumentare l’autostima.

Chiedere feedback costanti

Avere dubbi sul proprio operato è legittimo, soprattutto quando non si hanno molte occasioni per confrontarsi con colleghi e superiori. Ad esempio, lavorando da casa un lavoratore può sentirsi isolato e iniziare ad avere problemi di autostima.

In questo caso richiedere un feedback e chiarimenti di tanto in tanto aiuta a mantenere un buon livello di fiducia in sé stessi.

Trovare un lavoro giusto per sé

Spesso si semplifica la questione dicendo: “bisogna fare un lavoro che piace”, oppure “la passione e le motivazioni sono importanti”.

La realtà è diversa, il lavoro non è sempre piacevole a volte comporta molta fatica, a volte imprevisti, a volte fallimenti.

Tuttavia, è importante per la propria autostima che il proprio lavoro sia in linea con i propri principi e valori, che permetta un’opportunità di crescita e che la propria persona sia realmente apprezzata e considerata.

Concentrarsi sulla soluzione non sul problema

I problemi sul posto di lavoro non dovrebbero portare l’autostima ad abbassarsi. Concentrarsi sulle soluzioni, vedere gli imprevisti come un’opportunità di crescita, riconoscere il proprio impegno sono tutti aspetti che alla lunga permettono di aumentare i livelli di autostima.

Accrescere l’autostima non vuol dire essere presuntuosi o egoisti

Quando un’azienda o un’organizzazione dispone di dipendenti con una sana autostima i risultati e le performance aziendali sono migliori.

Come abbiamo visto buoni livelli di autostima implicano:

  • saper affrontare le sfide;
  • riconoscere il proprio valore;
  • raggiungere gli obiettivi di medio e lungo termine,
  • migliori relazioni con i colleghi di lavoro;

Chiaramente un lavoratore, o uno studente, è bene sia consapevole che esiste un confine oltre il quale troppa autostima può diventare egoismo, superbia o presunzione.

Si può dire dunque che l’impegno verso un miglioramento di sé stessi dovrebbe essere focalizzato sul raggiungimento di un’elevata e sana autostima.

La consapevolezza in questo caso gioca un ruolo determinante. Coloro che hanno una sana autostima sono in grado di riconoscere i confini, di gestire l’autostima senza che questa possa diventare egoismo o presunzione.

In conclusione, migliorare l’autostima e la fiducia in sé stessi significa intraprendere un percorso di crescita consapevole. Significa saper riconoscere i vantaggi che questo può portare alla propria persona, nella vita di tutti i giorni migliorando le relazioni e i risultati sul posto di lavoro.

Iscriviti al Canale Telegram di Cercalavoro.it

lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.