image

Lavori nella pubblica amministrazione: 150.000 offerte di lavoro

Sono attese importanti novità in questo 2022 di sicuro interesse per tutti coloro interessati tutti questi lavori nella pubblica amministrazione.

Le nuove risorse verranno utilizzate sia per nuove assunzioni nel settore della PA, sia per rinnovare i contratti di numerosi lavoratori.

I lavoratori interessati molteplici tra cui: magistrati, forze di polizia e vigili del fuoco, professioni sanitarie, insegnanti, docenti e personale ATA .

Lavorare nella pubblica amministrazione: risorse disponibili dal 2022

Sono vari gli strumenti che verranno utilizzati per garantire nuovi posti di lavoro e bandire nuovi concorsi nella pubblica amministrazione.

Si può fare riferimento ai:

Fondi disponibili previsti dalla legge di bilancio 2022 e dal decreto legge n.228 del 31 dicembre 2021 che interesseranno tra rinnovo di contratti e nuove assunzioni circa 130.000 lavoratori. Fondi previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Oltre 900 milioni di EUR verranno utilizzati dal 2022 al 2026 per stipulare nuovi contratti a tempo indeterminato che riguarderanno varie figure operanti nella PA.

Fondi di finanziamento ordinario permetteranno alle Università di aprire nuovi concorsi che porteranno ad un ampliamento complessivo del personale stimato in oltre 11.000 unità.

Fondi previsti dal Piano Triennale del fabbisogno di personale 2020 – 2022.

Istruzione

Per quanto riguarda le nuove assunzioni nel settore dell’istruzione, il Fondo di finanziamento ordinario interessa: professori universitari, associati, ricercatori e personale Ata.

Buone notizie anche per circa 65.000 tra docenti e personale Ata, ai quali verrà rinnovato il contratto. Inoltre, sempre rimanendo nel settore dell’istruzione, a partire dall’anno scolastico 2022/2023, sono previsti concorsi per insegnanti di educazione fisica da destinare alle classi quarta e quinta della scuola primaria. La forza lavoro richiesta è di 7.000 insegnanti.
Forze dell’ordine e VV.F.

Spostando l’attenzione sulle forze dell’ordine e Vigili del Fuoco, sono stati stanziati circa 106 milioni di EUR annui per nuovi bandire nuovi concorsi.

Sono attesi sia concorsi per le forze armate in generale, sia specifici per i corsi di polizia. Questi ultimi in totale permetteranno di ampliare gli organici di circa 4.500 posti nel corso dei prossimi 5 anni.

Sanità

L’approvazione della legge di bilancio ha portato lo stanziamento di risorse anche per il settore sanitario. Gli interventi sono vari, per un totale di 2 miliardi di EUR.

Di questi circa 690 milioni per il solo 2022 riguardano il personale sanitario. Sono inoltre stati stanziati 860 milioni di EUR che verranno utilizzati nel prossimo triennio. Questi ultimi fondi serviranno per le specializzazioni dei medici e permetteranno di stabilizzare la posizione lavorativa di circa 12 milia lavoratori.

In totale le risorse dovrebbero essere sufficienti per stipulare nuovi contratti di lavoro e rinnovare i contratti già in essere di circa 35 mila lavoratori.

Magistratura e addetti amministrativi

I fondi stanziati, permetteranno l’assunzione di nuovi magistrati. L’uscita dei concorsi è prevista per i primi mesi del 2022. In particolare, le figure interessate sono: giudici ordinari, di pace e vice procuratori.

Secondo quanto stabilito dal PNRR, i fondi serviranno anche per assumere addetti amministrativi. I concorsi partiranno dal 2023. Saranno disponibili 1.231 posti.

Ambiente, cultura e spettacolo

Il piano del fabbisogno di personale per il triennio 2020-2022, prevede un totale di quasi 2.000 nuove assunzioni.
Anche in questo caso si è in attesa dell’iter concorsuale. Le nuove figure troveranno collocazione nei ruoli di: architetto, bibliotecario, geologo, informatico, assistenti amministrativo.

L’accesso al concorso riguarderà sia chi è in possesso di un diploma sia i laureati, a seconda della posizione richiesta.

INPS

Tra le offerte di lavoro della pubblica amministrazione, si segnala infine il nuovo Concorso INPS 2022, la cui pubblicazione del bando è attesa tra febbraio e marzo del 2022.

Sono disponibili 385 posti, i quali serviranno per gestire le operazioni previste per l’erogazione dell’assegno unico – un nuovo strumento di aiuto economico pensato per le famiglie italiane in difficoltà economica.

I candidati, che verosimilmente dovranno avere tra i requisiti almeno un titolo di laurea, sosterranno l’iter concorsuale previsto: prova pre-selettiva, prova scritta e prova orale.

Iscriviti al Canale Telegram di Cercalavoro.it

lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.