image

Alta moda: gli stilisti italiani famosi ed emergenti

Gli stilisti italiani da sempre rappresentano la moda nel mondo. L’Italia è a pieno titolo un paese pioniere del settore, in particolare Milano è da tutti considerata la capitale della moda.

L’Italia è dunque terra di grandi stilisti e stiliste, ed è qui che, ancor oggi, giovani stilisti emergenti si distinguono realizzando abiti e accessori richiesti da ogni parte del pianeta.

Gli stilisti rappresentano la massima espressione della creatività, sono artisti attivi nel settore del fashion design responsabili di tutti gli aspetti che compongono un indumento: forme, colori, tessuti.

Si tratta di un lavoro creativo, complesso, dove la concorrenza non manca.

Sono imprescindibili preparazione, studio, senso estetico, passione e voglia di emergere.

Questo approfondimento è dedicato agli stilisti italiani famosi ed emergenti.

Vedremo quindi alcuni nomi di personalità uomini e donne già celebri e affermati nel mondo ma anche verrà riportato un elenco degli stilisti italiani emergenti, è tra questi che forse si celano i nuovi: Valentino, Armani o Versace.

Stilisti italiani famosi

L’elenco degli stilisti italiani famosi è davvero vasto. Tra le donne chiunque conosce: Miuccia Prada, Donatella Versace o Alberta Ferretti.

Tra gli uomini come non pensare a Valentino Garavani, Giorgio Armani o Guccio Gucci. Nomi che hanno dato vita a marchi alta di moda che rendono orgoglioso l’intero Paese.

Il mercato dei beni di lusso (fashion luxury) composto da abbigliamento e calzature ha un valore di mercato costantemente in crescita oggi stimato da PXR Italy in 348 miliardi di dollari.

Vediamo da vicino alcuni dei grandi stilisti italiani scoprendo qualcosa in più sulla loro incredibile carriera.

Valentino Garavani 

Valentino è lo stilista italiano per eccellenza. I suoi abiti da uomo e da donna e gli accessori sono celebri in tutto il mondo, simboli di stile ed eleganza.

Dalla sua biografia si apprende che il successo internazionale arriva solo dopo molti di duro lavoro, studio e sacrificio. Come spesso avviene è la celebre rivista Vogue a sugellare il successo dell’artista, quando negli anni ’60 permette di conoscere le creazioni dello stilista al grande pubblico.

Gli anni ’60 e ‘70 sono un periodo incredibile nella vita dello stilista: apre numerose boutique ed entra in contatto con personaggi quali Paola di Liegi ed Andy Warhol. Successivamente, nel 1984, è ricevuto dall’allora Presidente della Repubblica Italiana, Sandro Pertini.

La carriera dello stilista densa di successo e di onorificenze conferitigli da ogni parte del mondo prosegue anche nei decenni successivi.

Diventa a pieno titolo un punto di riferimento e una fonte d’ispirazione per chiunque voglia comprendere come farsi spazio in questo mondo. Vedere il film Valentino: l’ultimo imperatore, in tal senso, è una piacevole e istruttiva esperienza.

Giorgio Armani 

Giorgio Armani, dopo aver abbandonato la facoltà di medicina, decide di dedicarsi al mondo della moda intorno gli anni ’60, quando riceve l’incarico di allestire le vetrine per La Rinascente.

Per la prima collezione a firma dell’autore bisogna aspettare alcuni anni, ma nel 1975, dopo aver fondato la sua prima società, la collezione Armani inizia rapidamente a diffondersi in tutto il mondo.

L’artista ha un talento innato che in pochi anni lo portano al successo.

Chiunque oggi conosce marchi quali: EA7, Emporio Armani, Armani Casa. Armani è simbolo di classe ed eleganza, i suoi vestiti sono stati indossati da personaggi quali: Richard Gere, Christian Bale, Penelope Cruz e Leonardo di Caprio.

Versace

Versace è una società italiana di alta moda fondata nel 1978 da Gianni Versace e successivamente gestita da Santo Versace e Donatella Versace.

Gianni Versace muove i primi passi nel mondo della moda a Milano e raggiunge un primo successo presentando le proprie creazioni alla Permanente di Milano.

Lo stilista e successivamente i fratelli Santo e Donatella, a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, diventano un’icona della moda e del made in Italy, simbolo di lusso e ricercatezza.

Oggi con oltre 180 boutique in tutto il mondo il brand continua ad essere un punto di riferimento per l’alta moda. Le collezioni uomo, donna e bambino, sono tra le più richieste e apprezzate al mondo.

Prada

Tra gli stilisti italiani donne, Miuccia Prada è tra le più famose. Le si deve il merito di aver reso l’omonima azienda tra le più famose al mondo, quando nel 1978 ne assume la direzione.

Prada da allora si impone a livello internazionale diventando uno dei brand più iconici dello stile minimalista.

L’imprenditrice, oggi una delle donne più ricche d’Italia, ha trasformato l’azienda fondata dal nonno nel 1913 apportato innovazioni nel mondo della moda e sovvertendo i classici canoni.

L’azienda è un colosso, quotato alla borsa di Hong Kong. Troviamo boutique Prada nelle strade più esclusive delle grandi città del pianeta.

Stilisti italiani emergenti

Numerosi nuovi stilisti italiani stanno rapidamente raggiungendo il successo. Oltre Marco Rambaldi, di cui ci siamo occupati in un articolo dedicato, tanti altri stilisti italiani giovani uomini e donna, si stanno facendo strada nel settore.

Vediamone alcuni:

Dennj

Denni Malaguti è un giovane stilista emergente di origini emiliane fondatore dell’omonimo brand DENNJ.

Le sue creazioni si ispirano ai concetti di sostenibilità e multifunzioni. L’idea è di creare capi d’abbigliamento senza acquistare nuovo materiale, ma utilizzando tessuti provenienti da abbigliamento usato.

La stilista green che vanta numerose esperienze. Ha acquisito parte delle conoscenze studiando presso la Fashion School di Milano.

Gisèle

Gisèle Claudia Ntsama è una fashion designer simbolo della moda e di un Paese che cambia. L’artista, di origini camerunensi ha studiato presso l’Accademia delle Belle Arti a Bologna ed è oggi conosciuta anche grazie alla recente partecipazioni alla Milano Fashion Week.

La stilista tessile ama creare abiti da zero, ognuno unico e diverso dall’altro. Il suo stile prende ispirazione dall’Africa, dall’Asia e dalle creazioni di celebri stilisti quali Issey Miyake e Valentino.

Valenti

Nicole Valenti è una stilista italiana emergente under 30. Ha studiato presso l’Istituto Marangoni di Milano e successivamente ha fondato l’omonimo marchio di moda Valenti.

Nonostante la giovane età la stilista ha già realizzato abiti indossati da personalità come Myss Keta e Joan Thiele.

Le creazioni dell’artista traggono ispirazione dal mondo dell’arte, della musica e del cinema. La produzione on demand è finalizzata a ridurre gli sprechi in un’ottica di tutela dell’ambiente.

Giorgetti

Chiudiamo la lista degli stilisti italiani emergenti con Massimo Giorgetti. Lo stilista, che vanta già numerosi attestati di stima da parte della critica, è titolare del brand MSGM.

Lo stile unisce la tradizione con l’arte contemporanea senza però tralasciare le esigenze delle nuove generazioni.

Le primarie fonti a cui si ispira l’artista sono Coco Chanel e Walter Albini. Il marchio, si sta rapidamente affermando sul panorama internazionale, è presente in oltre 500 negozi multimarca.

L’artista, secondo quando si apprende dalle numerose fonti, ha davanti a sé un futuro roseo, grazie anche agli ottimi risultati già raggiunti.

Stilisti italiani, dove hanno studiato?

È interessante notare la presenza di numerose scuole dedicate al fashion design. Frequentarle significa comprendere a fondo il settore oltre che avere maggiori opportunità di entrare in contatto con personalità che possano effettivamente essere d’aiuto per emergere e farsi notare.

Come riportato durante il corso dell’articolo, molti tra gli stilisti italiani emergenti hanno frequentato scuole e Università di moda e design.

L’offerta formativa non manca. Si annoverano numerose scuole frequentate dagli aspiranti stilisti, sia in Italia che all’estero. In particolare, segnaliamo:

Mentre fuori confine si può pensare all’University of the Arts a Londra e la Royal Academy of Fine Arts di Anversa.

Iscriviti al Canale Telegram di Cercalavoro.it

lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.