image

Settore Marketing

Lavorare nel settore del marketing è un obiettivo comune in molti aspiranti lavoratori attratti dalle prospettive di un settore dinamico e in constante evoluzione che opera a stretto contatto con la pubblicità, con le piattaforme social, con i clienti e con il mercato.

Gli addetti del settore marketing hanno un importante ruolo all’interno delle aziende poiché si occupano di intercettare, creare e venire incontro alle esigenze della clientela.

È grazie alle campagne pubblicitarie, di comunicazione e di marketing che le aziende aumentano la propria visibilità sul mercato, creando valore intorno al marchio e ai servizi o prodotti.

In questa guida si esplora a 360° il settore marketing, si vedrà quali tipologie di aziende assumono nel settore, quali sono le prospettive occupazionali presenti e future e quali sono le competenze e la formazione necessaria.

Definizione ed evoluzione del Marketing

Come riportato nello studio: “The Evolution of the Marketing Concepts: Theoretically Different Roads Leading to Practically Same Destination” di Solomon A. Keelson, il marketing è definito come l’insieme dei processi per creare, comunicare, fornire e scambiare servizi o prodotti che hanno valore per i clienti, per le aziende e per la società in genere.

È altresì rilevante, come fare marketing sia un’attività finalizzata nel creare un solido rapporto fornitore-cliente così che, quest’ultimo, si rivolga sempre alla medesima attività per l’acquisto di un bene o servizio.

Per il suddetto motivo, la definizione di marketing può essere arricchita evidenziando lo sforzo messo in atto dalle organizzazioni al fine di creare relazioni con gli acquirenti positive e durature.

Il settore del marketing negli anni ha subito profonde mutazioni, l’avvento delle tecnologie digitali ha fatto sì che gli obiettivi contenuti nella definizione, vengano sempre più, se non esclusivamente, perseguiti attraverso azioni che si avvalgono della rete.

L’evoluzione del concetto riguarda altresì il modo di pensare delle aziende, che oggi pongono il cliente come il fulcro principale, attorno al quale ruotano le campagne di business.

Infine, gli esperti di marketing sono soliti dividere il settore in due grandi categorie: il marketing B2C (business to consumer) destinato ai consumatori o gli utilizzatori finali di un determinato prodotto o servizio e il marketing B2B (business to business), prodotti o servizi cioè destinati ad altre aziende.
Come lavorare nel mondo del marketing

Ogni realtà aziendale dalle PMI alle grandi imprese ha bisogno di una o più figure da dedicare al marketing aziendale. Ad essere precisi, anche i lavoratori autonomi o liberi professioni, sono soliti richiedere servizi finalizzati al personal branding, attuando di fatto azioni di marketing.

Le numerose richieste di specialisti esperti di marketing ha portato la nascita di numerose agenzie specializzate in comunicazione che offrono alle aziende servizi di marketing personalizzati, realizzati cioè su misura delle esigenze del cliente.

In generale, un esperto di marketing può entrare nel settore:
Lavorando presso una medio-grande azienda, occupandosi esclusivamente della comunicazione di essa e relazionandosi con gli altri reparti, dalle vendite, alla logistica.

Lavorando per un’agenzia di marketing e comunicazione che a sua volta offre servizi per più aziende. In questo caso il professionista lavorerà ai compiti e alle richieste provenienti da diverse realtà.

Lavorando come freelance, offrendo servizi specializzati, procacciandosi e organizzandosi autonomamente il lavoro.

Al fine di orientarsi all’interno di un settore vario sia nelle possibili specializzazioni che nei campi di applicazione, è utile seguire le “4P” rese celebri da Neil Borden. Le “4P” descrivono come il marketing si applica all’interno di un’azienda:

  • Prodotto: gli articoli che l’azienda offre i clienti;
  • Prezzo: a quanto l’azienda ha intenzione di vendere il prodotto;
  • Posto: in quale luogo cioè l’azienda distribuisce i prodotti;
  • Promozione: si riferisce alla campagna vera e propria di comunicazione e marketing.

In ciascuna delle 4P, esperti di marketing lavorano in sinergia con gli altri reparti, ideando strategie, ricerca e azioni di comunicazione.

Quali competenze per lavorare nel marketing?

Gli esperti di marketing devono necessariamente avere solide basi in economia, comunicazione e gestione aziendale. Inoltre, la conoscenza di almeno una lingua straniera, la capacità di organizzare e pianificare il lavoro, le competenze digitali e ad alcune competenze trasversali o soft skill, completano il profilo di un esperto di marketing:

Capacità analitiche

Le campagne di marketing e comunicazione necessitano la comprensione del mercato e l’individuazione di un target di clienti al quale rivolgersi. In questo contesto la capacità di analizzare il mercato è fondamentale e si attua attraverso:

  • Ricerche di mercato
  • Sondaggi;
  • Utilizzo di software di analisi;
  • Studio dei trends.

Essere dotati di pensiero analitico aiuta ad individuare il problema, raccogliere le informazioni relative e attuare tutte le possibili soluzioni per raggiungere gli obiettivi aziendali.

Competenze digitali

Lavorare nel marketing richiede obbligatoriamente alcune competenze digitali. Professioni come: il Digital Stategist, Content Manager, Social Media Manager, lavorano infatti utilizzando esclusivamente canali web e piattaforme social.

La conoscenza delle piattaforme social e di conseguenza della tipologia di pubblico è fondamentale per un professionista che mira ad aumentare le vendite e la presenza online di un’azienda.

Problem Solving

Le preferenze dei consumatori possono cambiare rapidamente, così come i canali social e le piattaforme web che frequentano. I problemi e gli imprevisti fanno parte di qualsiasi lavoro e anche il settore del marketing non ne è esente.

Un lavoratore in grado di affrontare e risolvere gli imprevisti e i cambiamenti del mercato è positivamente valutato da un’azienda.

Conoscenza delle lingue straniere

La lingua italiana è ormai contaminata da centinaia di termini ed espressioni provenienti dalla lingua inglese. Il termine stesso marketing è di origine inglese ed è per questo motivo che avere la padronanza della lingua aumenta le possibilità di trovare lavoro nel settore.

Inoltre, le aziende sempre più hanno la necessità di internazionalizzarsi, di estendere cioè i propri servizi ad un pubblico globale non più esclusivamente localizzato all’interno dei confini regionali o nazionali

Quando un candidato conosce lingue come il cinese, l’indiano o il russo, ha sicuramente un punto di forza che lo rende fortemente appetibile per le aziende.

Creatività

La capacità di realizzare campagne creative in grado di colpire e persuadere un potenziale cliente è un’altra caratteristica imprescindibile per un aspirante lavoratore nel settore del marketing. La creatività è una soft skill per eccellenza, difficilmente acquisibile tra i banchi di scuola o universitari.

Capacità relazionali

Le capacità relazionali sono altresì importanti nel settore del marketing il quale nella maggior parte di casi lavora a stretto contatto con altri dipartimenti aziendali e si interfaccia con numerose e diverse tipologie di clienti.

Cosa studiare per lavorare nel marketing

Le competenze necessarie per lavorare nel marketing, come abbiamo visto, sono molto diversificate, molte di queste possono essere acquisite frequentando:

Un corso di laurea specifico per il settore del marketing come: Economia e Management, Scienze della Comunicazione.

Un Master in marketing permette di specializzarsi in un settore specifico, ad esempio, in: Digital Marketing, in Marketing strategico o in Brand marketing.

Un MOOC (Massive Open Online Courses) l’offerta di corsi gratuiti in marketing e comunicazione è molto ampia. Molti MOOC, inoltre, rilasciano una certificazione utile per arricchire il proprio curriculum.

Le professioni più richieste nel settore del marketing

Marketing specialist

Il Marketing specialist ha il compito di individuare le strategie pubblicitarie e comunicative da attuare. A seconda della grandezza dell’organizzazione il Marketing specialist può essere una sola figura professionale o lavorare all’interno di un team.

Sales manager

Il Sales Manager è il professionista riservato all’individuazione della corretta strategia di vendita spesso affiancato dal Key Account Manager che a sua volta si occupa dei rapporti con i clienti.

Brand manager

Il brand manager si occupa principalmente del marchio aziendale elaborando, pianificando e progettando tutte le strategie utili per aumentare la diffusione dell’immagine aziendale online e offline.

E-commerce Manager

Sempre più rilievo sta assumendo la figura dell’E-commerce Manager un professionista esperto in gestione dello store aziendale. La crescente diffusione degli e-commerce ha aumentato la richiesta da parte delle organizzazioni per tale professionista.

Social Media Manager

Talvolta le aziende possono avere uno o più professionisti che si occupano esclusivamente della gestione della comunicazione via social network, tali figure prendono il nome di Social Media Manager. Gestire numerosi account (Facebook, Instagram, LinkedIn, Pinterest, TikTok) richiede professionisti esperti delle caratteristiche proprie in ogni social.

leave your comment


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *