image

La comunicazione relazionale, cos’è il beyond the line?

Oggi affrontiamo il tema della comunicazione relazionale (Beyond the Line).

Un lavoratore autonomo, un datore di lavoro, come ogni lavoratore impiegato nelle aree marketing di un’organizzazione, sono tutti soggetti consapevoli riguardo la presenza di numerosi strumenti di comunicazione.

La comunicazione Beyond the Line è uno di questi e si tratta di uno strumento di marketing che, nonostante rientri tra le tecniche di comunicazione, si differenzia per molti aspetti dalle classiche tecniche utilizzate.

Comunicazione Relazionale Beyond the Line: cos’è

Per comunicazione Beyond the Line si intende il superamento degli strumenti classici utilizzati per pubblicizzarsi.

Questi ultimi rientrano nelle categorie:

  • Above the Line (ATL)
  • Below the Line (BTL)

Beyond The Line, diversamente dai suddetti, può essere considerato come una più recenti forme di marketing, la quale comprende tutta una serie di strategie che possono essere utilizzate dalle organizzazioni come per le attività di personal branding.

In particolare, tale forma di comunicazione ha il preciso obiettivo di instaurare un rapporto duraturo e stabile tra tutte le figure che gravitano attorno un’azienda: dai fornitori fino ai consumatori.

In altre parole, Beyond the Line include tutte le strategie che non rientrano nelle forme classiche di pubblicità, quali: manifesti, locandine, brochures, come anche pubblicità online (Ads).

Il termine relazionale viene utilizzato perché sono proprio le relazioni ad assumere un ruolo determinante. La comunicazione Beyond the line è, dunque, una forma di comunicazione ma non di pubblicità.

Come vedremo nel prossimo paragrafo, la comunicazione Beyond the line, include, infatti, tutta una serie di azioni volte a creare una connessione stabile e duratura con gli stakeholders, avvalendosi dell’innovazione tecnologia.

Comunicazione Relazionale Beyond the Line: comunicare senza pubblicizzarsi

Comunicare senza pubblicizzarsi, o almeno evitando forme di pubblicità aggressiva è una tendenza che si sta diffondendo da almeno 10 anni.

In particolare, il report divulgato già nel 2011 da FERPI, in collaborazione con la Fondazione Coco Cola Hbc e la Luiss Business School, evidenziò i cambiamenti in atto nel mondo della comunicazione e della comunicazione.

Furono proprio le considerazioni successive al report a far sì che si iniziasse a diffondere il termine Beyond the Line, il quale comprende tutta una serie di azioni in comunicazione non pubblicitaria e definite “one to one” e finalizzate a porre il cliente e gli stakeholders al centro della comunicazione, promuovendo il dialogo e intraprendendo azioni più rivolte alla qualità dell’informazione che alla quantità.

Comunicazione Beyond the Line: come si fa

Acquisire conoscenze in comunicazione Beyond the Line ha molteplici risvolti positivi. Un esperto di marketing può evidenziare una nuova competenza nel curriculum, un lavoratore autonomo dedito ad azioni di personal branding può disporre di uno strumento ulteriore per farsi conoscere e le organizzazioni in generale possono consolidare il brand.

Le tipiche azioni di comunicazione Beyond the Line sono:

Attività nei forum, blog e social network

Dimostrarsi attivi presso forum, blog e social network fornendo consigli e suggerimenti ad una platea di potenziali utenti interessati ai propri prodotti o servizi, è una delle forme pubblicitarie indirette più efficaci nonché una delle principali attività di comunicazione Beyond the Line.

Attività di CRM

Per CRM (Customer relationship management) si intendono l’insieme di strumenti e tecnologie utilizzati per relazionarsi e interagire con i clienti attuali e potenziali. Il tutto si basa sull’assunto che: migliori relazioni e rapporti permettono di far crescere un’attività.

Sponsorizzazioni

Un’ultima attività di Beyond the Line prevede utilizzare il proprio brand per attività di sponsorizzazione. In genere si tende a sponsorizzare eventi e iniziative affini alla propria clientela, con l’obiettivo divulgare il proprio marchio, di associarlo a valori condivisi così da ottenere un ritorno di immagine positivo.

In conclusione, il marketing Beyond the Line comprende azioni di marketing mirato, non rivolte cioè ad una platea indistinta. Tutte azioni caratterizzate dalla promozione dei propri prodotti e servizi in maniera indiretta le quali, oltre ad un ritorno di immagine permettono all’utente di ottenere dei vantaggi e un’attenzione particolare, ad esempio ricevendo utili consigli e suggerimenti.

Iscriviti al Canale Telegram di Cercalavoro.it

lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.