11 Consigli per iniziare subito la tua carriera

Il lavoro è il mezzo con il quale migliorare la qualità della propria vita. Una carriera di successo porta ad avere molti vantaggi reali, tra cui nuove opportunità e guadagni. Avere sempre lo sguardo rivolto verso l’evoluzione mondo del lavoro, innovare costantemente la propria carriera, continuare a studiare e aggiornarsi anche in età adulta sono due aspetti che devono sempre accompagnare una persona desiderosa di avere una vita appagante e ricca di soddisfazioni.

In questo articolo troverai 11 utili consigli per iniziare con il piede giusto una carriera lavorativa.

Continua a studiare

Il processo di apprendimento non si arresta con la fine del percorso di studi. Il mondo del lavoro è in una fase di forti cambiamenti dovuti al processo tecnologico che stanno rendendo imprescindibile acquisire nuove abilità, competenze e conoscenze anche in età adulta. Gli inglesi chiamano questo processo di apprendimento life long learning, un concetto nato nel 1930 quando allora vi era la necessità che tutte le persone apprendessero le basi della conoscenza quali il saper leggere e scrivere. Con il tempo, una volta che l’istituzione della scuola dell’obbligo ha permesso a chiunque di avere un background culturale, il concetto ha iniziato a riferirsi all’acquisizione, anche in età adulta, di nuove competenze portate dal progresso e dalla tecnologia.

Sebbene per molti l’idea di tornare dietro un banco di scuola per acquisire una certificazione possa sembrare pressoché impossibile, considerato il tempo pieno impiegato a lavoro, la presenza di coniugi, figli e altre attività, è importante riuscire a bilanciare tutti questi aspetti e trovare il tempo necessario per continuare ad apprendere nuove competenze.

Per riuscire in questo obiettivo è importante una corretta pianificazione delle attività, creando un programma che scandisca le ore a disposizione durante la giornata, la settimana e il mese. Si scoprirà presto di avere molto più tempo di quanto si crede, una volta che ogni processo sarà puntualmente ottimizzato.

Continuare a studiare, anche in età adulta è un sacrificio ma bisogna intenderlo come un impegno necessario e imprescindibile per restare al passo con i tempi.

Considera un master

Le aziende ricercano sempre più profili qualificati, per questo motivo una specializzazione professionale ottenuta con un master universitario porta dei vantaggi tangibili sotto il profilo occupazionale. Il master universitario è un corso post-laurea che dura almeno un anno, e serve ad avvicinare un neolaureato al mondo del lavoro con un miglior bagaglio culturale. Quella di intraprendere il suddetto corso è una scelta usuale anche se sono passati molti anni dal conseguimento della laurea. In genere esistono master di primo livello, riservati a chi possiede un qualsiasi tipo di laurea, e master di secondo livello che richiedono il conseguimento di una laurea specialistica.

La scelta verso un tipo o un altro di master è dettata dal percorso di studi svolto e dalle esigenze occupazionali. Non esiste dunque, una specializzazione professionale migliore di un’altra. In linea generale vale la regola dell’utilità del corso per il settore lavorativo a cui si ambisce. Più un master garantisce competenze approfondite e viene incontro alle richieste delle aziende, più il master è valido. È bene infine, considerare che il costo di un master può arrivare ad essere piuttosto elevato, partendo da un minimo di 5.000 EUR ad un massimo di 15.000 EUR.

Acquista il tuo sito web

Uno dei primi passi da compiere per stabilire la propria presenza online è quello di acquistare un dominio con il quale costruire un proprio sito web. La scelta del nome è particolarmente importante sia per attirare il pubblico sia per essere riconoscibile dai motori di ricerca. Il nome che si decide di dare al proprio sito web deve essere semplice e di facile memorizzazione, il consiglio è di evitare nomi troppo lunghi contenenti trattini, numeri o caratteri particolari.

Sul web è possibile comprare un dominio a costi contenuti. È importante scegliere correttamente l’estensione, un dominio italiano è preferibile termini con .it o .com, tuttavia anche altre estensioni .net, .info non precludono il raggiungimento del successo.

Inoltre, il consiglio è di non acquistare un’estensione che possa confondere gli utenti e che il nome scelto non sia già utilizzato sui social network.

Costruisci la tua presenza e il tuo marchio online

Stabilire una presenza costante sul web e un marchio riconoscibile è un passaggio fondamentale per attirare nuovi clienti. La reputazione sul web, che passa attraverso un sito ben strutturato, professionalità e solide referenze, è oggetto di numerosi studi. Il concetto di Brand Awareness e come questa possa influenzare le scelte dei consumatori sono approfonditi da Ovidiu I. Moisescu docente dell’Università di Babeş-Bolyai di Cluj-Napoca. La ricerca definisce come la conoscenza e la reputazione di un marchio, sia un requisito imprescindibile per i consumatori, in grado di influenzare i processi decisionali e di acquisto.

Costruire la propria presenza online, vuol dire creare contenuti che coinvolgano il pubblico, dimostrare di essere esperti di un determinato settore, ed essere in grado di farsi riconoscere all’interno dei motori di ricerca e dei social. I contenuti devono essere di qualità, utili per il lettore, che siano a seconda dello scopo, divertenti o informativi.

È importante inoltre, non sottovalutare il lavoro da fare off-line. In molti si concentrano nel costruire la propria reputazione solo sul web, ignorando che le interazioni si possono creare anche nel mondo reale. Le testimonianze e il passaparola sono fattore determinanti infatti per le scelte di un consumatore.

Migliorati a piccoli passi

Il successo in ambito lavorativo non si raggiunge in breve tempo. Ogni giorno è necessario impegnarsi e cercare di migliorarsi a poco a poco, compiendo piccoli passi alla volta. Affinare le abilità in diversi ambiti aiuta a scoprire i propri talenti e i propri punti di forza. Al fine di migliorarsi progressivamente può essere indicato adottare sane abitudini come leggere spesso. Leggere infatti, è uno dei metodi più semplici ed efficaci per imparare nuove cose, ottenere nuove informazioni riguardo un settore d’interesse e sviluppare una visione a 360° che permette di progredire nel proprio percorso lavorativo.

Una nuova carriera lavorativa potrebbe nascere anche dal seguire le proprie passioni. Un hobby ad esempio può essere un mezzo efficace per creare un’equilibro sano tra il lavoro e la vita privata. Attività sportive o di artigianato, permettono di fare una pausa e incoraggiano nell’apprendimento di nuove cose al di fuori del lavoro.

L’idea di migliorarsi pian piano, ogni giorno, è una filosofia di business giapponese chiamata Kaizen un termine che significa “cambiamento” o più precisamente “miglioramento”. Secondo questa concezione ogni processo può essere ottimizzato e anche se ogni giorno si apporta un cambiamento impercettibile. Nel lungo periodo questi cambiamenti diventano sostanziali, senza dover quindi passare per improvvise innovazioni estreme e radicali. Uno strumento nato per migliorare i processi aziendali, ma che può efficacemente essere utilizzato nel miglioramento della vita di tutti i giorni.

Come il Kaizen migliora la vita di un lavoratore è stato oggetto di numerose ricerche, per approfondimenti si può consultare lo studio dalla casa editrice indipendente SAGE dal titolo: “Using kaizen to improve employee well-being: Results from two organizational intervention studies”.

Crea una comunicazione efficace

La comunicazione che sia scritta o parlata, è un’abilità fondamentale in qualsiasi luogo di lavoro. Conoscere ogni aspetto comunicativo anche quello legato alla gestualità, aiuta in tutti gli ambiti e permette di iniziare una carriera con una consapevolezza in più. Il primo aspetto legato ad una comunicazione efficace è la chiarezza espositiva, il sapere cioè come trasmettere un messaggio efficacemente. La comunicazione però è anche ascolto, le capacità di ascoltare e di comprendere il messaggio dell’interlocutore, migliorano i processi relazionali. La comunicazione non è solo ciò che si trasmette attraverso il linguaggio, ma riguarda anche la scrittura. Sono milioni i messaggi che vengono scambiati ogni giorno tra le persone, via messaggistica istantanea o via e-mail. Conoscere e adattarsi ai contesti ogni volta è un’abilità che aiuta ad evitare incomprensioni e perdite di tempo.

I processi di trasmissione delle informazioni da una persona ad un’altra, è quindi fondamentale per un lavoro svolto con puntualità e qualità. Gli ostacoli che possono crearsi durante i processi comunicativi e alcuni consigli per migliorare l’efficacia in un dialogo sono stati approfonditi da Akua Ahyia Adu-Oppong per l’University of Education di Winneba in una ricerca dal titolo: “Communication in the workplace: guidelines for improving effectiveness”.

Cerca un mentore

Un mentore è una persona che si ammira, disposta a mettere da parte il proprio tempo per dedicarsi alla crescita personale di un’altra persona. È una figura disposta ad incoraggiare e a fornire utili feedback e consigli. È colui che all’interno delle università viene chiamato Tutor, una persona cioè utile per la crescita professionale, che possa portare un miglioramento complessivo informativo e nelle metodologie lavorative o universitarie.

Per trovare un profilo che possa avere le suddette caratteristiche è necessario prima di tutto chiarire con sé stessi i propri obiettivi professionali. Può essere indicato in questo senso domandarsi quale tipo di carriera intraprendere e che evoluzione può avere nei prossimi 5 o 10 anni, onde evitare di ritrovarsi in un futuro a svolgere un lavoro che non piace.

Il primo luogo dove trovare un mentore è sfogliando il proprio networking (link articolo networking) o lista contatti, e chiedersi se in maniera informale esiste qualcuno nella propria vita che già sta ricoprendo questa funzione. È importante altresì, assicurarsi che il profilo ricercato abbia le giuste competenze per consentire una crescita professionale finalizzata all’inizio di una nuova carriera lavorativa. Per capire se il profilo scelto come mentore è quello giusto, si può procedere attraverso degli incontri informali, raccontando i propri obiettivi e ambizioni così da verificare se i suggerimenti ricevuti possano essere effettivamente utili.

Cerca un Professional Coach

Un professional Coach è una figura con la quale condividere e discutere idee e preoccupazioni. Una persona che consente di affrontare con maggiore consapevolezza le sfide che la vita pone ogni giorn. Il fine ultimo di questa figura è quello di indicare la strada da percorrere piuttosto che dire cosa fare e cosa non fare.

È una professione ancora poco diffusa in Italia che aiuta a massimizzare le prestazioni lavorative, ma anche sportive. È un processo che mira a stimolare i talenti e la creatività in un individuo.

Il professional Coach fornisce un aiuto concreto nella ricerca di quelle doti innate, le così dette abilità trasversali o soft skills come il pensiero critico, l’intelligenza emotiva, la leadership. Insegna a pianificare le azioni da compiere per raggiungere i propri obiettivi, facilitando i processi di apprendimento. Se un mentore è più orientato a fornire suggerimenti su quale azione compiere, il professional Coach diversamente è più orientato a rendere chiare e definite le opzioni e le scelte che un individuo ha davanti a sé, lasciando a quest’ultimo la decisione finale.

La scelta verso il profilo che più si adatta alle proprie esigenze è personale, quella del personal Coach è una professione infatti, che segue diverse scuole di pensiero. Alcuni professional Coach sono solidali altri critici, alcuni orientati verso i dettagli altri verso una visione d’insieme.

Costruisci ed amplia la tua rete di conoscenze (networking)

Costruire o ampliare la propria rete di contatti o networking è una delle cose più importanti da fare per iniziare una carriera lavorativa. Se all’inizio l’idea di stringere relazioni può sembrare piuttosto complicata, con un po’ di esperienza si riesce in breve tempo a raggiungere ottimi risultati. Un network consiste in una rete di persone che interagiscono tra loro, perché legate dagli stessi motivi professionali. Gli utenti appartenenti ad una medesima rete scambiano informazioni, novità, opportunità e condividono best practise.

È un modo per stringere legami duraturi che consentono sia una crescita professionale, sia permettono di risolvere agilmente i problemi legati al lavoro. Un network inoltre, è un importante bacino per le referenze nel quale i lavoratori tendono a raccomandarsi tra loro per questioni come la ricerca di un nuovo lavoro o per la vendita o la fornitura di servizi.

Un network in genere è composto da persone con cui si è condiviso un percorso di studi o di lavoro. Ne fanno parte collaboratori o ex collaboratori, persone conosciute durante convegni e meeting, amici e familiari che condividono gli stessi percorsi lavorativi. Un network può estendere ed includere figure quali insegnanti o professori, persone cioè che non condividono il percorso professionale ma che possono essere un valido supporto, per via delle competenze e conoscenze di cui dispongono.

Chiedi consiglio a persone con più esperienza

Chiedere consiglio ad una persona con più esperienza è a tutti gli effetti un’abilità. Il saper riconoscere dell’esistenza di qualcuno più preparato e in gamba di noi, non è un’attitudine presente in ogni persona.

Che si tratti di un favore, di una negoziazione o di una relazione interpersonale, chiedere consiglio ad una figura più esperta può essere determinate per iniziare una carriera lavorativa nel modo giusto.

È bene ricordarsi che per capire qualcosa di nuovo le strade non sono molte. Una prima strada è quella di studiare e informarsi sui libri o sul web, una seconda strada è quella di chiedere a qualcuno che ha già affrontato un medesimo problema.

Sebbene molte persone possano sentirsi in imbarazzo nel domandare, per via della timidezza, è bene ricordarsi che al massimo, male che vada, si può ricevere una risposta negativa, che non porta ad alcuna conseguenza. Diversamente nel caso la persona a cui ci si rivolge è disposta ad offrire il proprio aiuto, potrebbero aprirsi nuove opportunità.

Se l’intenzione è quella di iniziare una carriera come imprenditore, i vantaggi nel chiedere un’informazione possono essere enormi. Un buon consiglio ad esempio su quale fornitore rivolgersi per ottenere un prezzo inferiore o uno sconto, permette di risparmiare denaro.

Trovare il coraggio per chiedere e domandare, costituisce un’importante abilità, che richiede pratica, formazione e tutoraggio. Come amava ripetere il secondo duca di Lévis Pierre-Marc-Gaston “È più facile giudicare la mente di un uomo dalle sue domande piuttosto che dalle sue risposte”. Second Socrate è grazie alla domanda che si comprende la validità di un presupposto. Egli utilizzava le domande per educare i suoi studenti alla comprensione di una tematica, portandoli alla riflessione e al ragionamento logico, piuttosto che insegnare loro acriticamente il vero o il falso.

Un approfondimento inerente sull’importanza di chiedere consigli e di fare domande è possibile consultarlo in una ricerca dal titolo “The value of asking questions” condotta da Ronald D. Vale e Keith G. Kozminski per l’University of Virginia.

Mostra gratitudine e dimostrati umile

È dal grado di gratitudine e umiltà che si riconosce quanto una persona tiene ai rapporti e al coltivare le relazioni con il prossimo. Ringraziare aiuta nello stabilire connessioni positive tra le persone, in quanto si sentiranno comprese e tenderanno a comportarsi allo stesso modo verso gli altri, contribuendo ad instaurare un clima di lavoro sereno. Essere grati non vuol dire solo ringraziare, ma significa adottare tutta una serie di atteggiamenti che dimostrino di tenere al significato della parola.

Una carriera lavorativa è un percorso che richiede umiltà e gratitudine, delle qualità fondamentali per ottenere la fiducia negli altri e per essere accolti positivamente in nuovi contesti lavorativi. Sono delle caratteristiche indipendenti dal grado di istruzione o dalla posizione ricoperta, che consentono di valutare le idee e i feedback ricevuti senza pregiudizi. Una mentalità aperta verso nuove sfide si misura anche nell’uso che viene fatto dell’umiltà e della gratitudine.

leave your comment


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *