image

Scopri chi visita il mio profilo facebook

Come scoprire chi visita il mio profilo Facebook? Chi ti spia su Facebook? Sono domande comuni in rete poste da utenti interessati a sapere un dato utile per molteplici finalità.

Scoprire chi guarda il tuo profilo su Facebook può essere un’esigenza quando, dopo aver inviato un curriculum, si vuol sapere se l’azienda ha visitato il proprio profilo, oppure può essere un’esigenza dovuta per altre finalità.

In questo articolo approfondiremo la questione e vedremo se è possibile sapere quali utenti, amici e non, approdano sulla propria pagina personale.
Inoltre, vedremo come evitare che degli sconosciuti possano introdursi sulla propria pagina Facebook e quali sono i segnali che dovrebbero far pensare che un intruso sia in possesso del proprio account.

Chi visita il mio profilo Facebook 

È bene precisare sin da subito che non è possibile sapere chi visualizza il profilo Facebook.

Facebook non offre tale funzionalità e non sono disponibili applicazioni esterne che consentono l’operazione.

La precisazione è presente sul sito ufficiale di Facebook, leggendo la risposta fornita dal social network si evidenzia inoltre che è Facebook stesso ad invitare gli utenti a segnalare eventuali applicativi presenti sul web che dichiarano di permettere all’utente di scoprire chi visita il profilo.

Il consiglio è di lasciar perdere e di rassegnarsi, Facebook non ha tra le funzioni un tasto dedicato a scoprire chi spia il proprio profilo.

Chi guarda il mio profilo Facebook: occhio alle truffe

Nonostante quanto dichiarato da Facebook è piuttosto semplice trovare online applicazioni che promettono di sapere chi visita il tuo profilo Facebook.

Com’è possibile?

Queste applicazioni non funzionano e nella maggior parte dei casi sono dei malware che spiano le proprie attività invece che quelle degli altri utenti.
In altre parole, in piena era di fake news anche la possibilità di sapere chi visita il proprio profilo è una truffa per altro nociva per la privacy.

Il consiglio è quindi diffidare e non installare o seguire alcun metodo proposto in rete.

L’unica funzionalità che può essere utile per avere un’idea numerica sugli utenti che approdano sul proprio profilo Facebook è avere una Pagina.

Dal Centro assistenza di Facebook si evince che è possibile vedere quante persone hanno visto la propria pagina Facebook.

Ciò è possibile direttamente cliccando su Pagine (menu a sinistra) e quindi su Insights e su Visualizzazioni della pagina.

Il procedimento, come detto, non permette di vedere chi ha guardato la pagina ma solo di avere un dettaglio numerico diviso per età, genere e paese di provenienza.

Non esiste quindi alcun modo per scoprire chi guarda il mio profilo Facebook?

No, non è possibile in alcun modo ottenere tale informazione, nonostante il proliferare di app che dichiarano il contrario.

Ad esempio, è facile trovare numerosi video su YouTube, i quali promettono di scoprire chi visita il tuo profilo Facebook semplicemente installando un’estensione Chrome oppure manomettendo alcune impostazioni.

I contenuti riportati nei video sono tutti assolutamente inefficaci e hanno il solo scopo di far aumentare le visualizzazioni a chi lo ha pubblicato.

Prima di perdere diversi minuti cercando di trovare l’impostazione magica, consigliamo di dare uno sguardo al numero dei mi piace e dei non mi piace, quest’ultimo nella maggior parte dei casi è di gran lunga maggiore del primo.

Ho installato un’app per sapere chi spia il mio profilo
Se prima di leggere questo articolo hai incautamente scaricato un’applicazione che promette di scoprire chi ha visitato il tuo profilo Facebook, dovresti rimuoverla il primo possibile.

Per rimuovere l’app è necessario recarsi sulla pagina impostazioni di Facebook e nel menu a tendina selezionare la voce: App e siti web.

La schermata suddetta mostra tutte le app installate sul proprio profilo.

A questo punto non resta che individuare l’app che prometteva di far scoprire chi visita il profilo Facebook e rimuoverla.

La sezione è molto utile, altresì, per rimuovere tutte quelle app che nel tempo in maniera più o meno automatica vengono installate su Facebook.
Applicazioni che oltre a divulgare i dati personali rallentano Facebook e aumentano il consumo di dati.

Come scoprire chi visita il tuo profilo Facebook 

Quando si ha il sospetto che qualcuno controlli il proprio profilo Facebook è buona prassi cambiare la password e attivare tutti i servizi di protezione messi a disposizione dal social.

I segnali che dovrebbero indurre a pensare che il proprio account sia stato hackerato sono:

  • Un cambio dell’e-mail o della password non autorizzato;
  • Una data di compleanno diversa;
  • La richiesta di amicizia da parte di persone che non si conoscono;
  • La presenza di post personali che non si ricorda di aver scritto.

Quando vi è uno o più di questi segnali allora è possibile che qualcuno sta visitando il proprio profilo.

Prima di procedere impostando nuovi e più sicuri livelli di privacy è bene scollegare i dispositivi che non si riconoscono associati all’account.

Il procedimento consiste in:

  • Selezionare le impostazioni
  • Cliccare sulla dicitura “Protezione e accesso”;
  • Scollegare tutti i dispositivi non riconosciuti.

Se non vengono riconosciuti i dispositivi è indicato cliccare sulla dicitura: “non sei tu?” e quindi procedere cambiando la password.

Chi ti spia su Facebook? Metti al sicuro il tuo account

Come abbiamo visto finora non esistono metodi che permettono di scoprire chi visita il proprio profilo Facebook.

Tuttavia, una piccola distrazione può far sì che il proprio profilo venga utilizzato da utenti esterni, basta infatti effettuare il log-in sullo smartphone di un conoscente o su un computer pubblico dimenticandosi di cliccare su log-out.

L’obiettivo per ogni utente su Facebook e su ogni social dovrebbe essere quello di mantenere i propri dati al sicuro e lontano da occhi indiscreti.

Il miglior modo per evitare che qualcuno controlli la propria attività su Facebook consiste nell’attivare una doppia fase di autenticazione.

Recandosi sulle impostazioni di Facebook: Protezione e Accesso si trova la schermata dedicata all’autenticazione a due fattori.

La suddetta protezione permette di mettere al sicuro il proprio account anche se distrattamente si lascia aperta la pagina su un computer ad uso pubblico.

Ciò avviene perché il log in, una volta attivata la doppia protezione, è possibile effettuarlo solo mediante codici di verifica (SMS o tramite applicazione).

Un’altra attenzione che ogni utente Facebook dovrebbe mettere in pratica al fine di evitare di essere spiato è assegnare dei livelli di privacy ai propri contenuti e alle proprie storie.

Per proteggere la pagina basta selezionare l’opzione privacy nel menu a tendina di Facebook e scegliere chi può visualizzare i propri contenuti (amici, amici specifici o tutti).

Nella medesima schermata è possibile impostare i livelli di privacy per quanto riguarda le storie, queste ultime allo stesso modo possono essere limitate non consentendo quindi a chiunque di essere viste.

Conclusioni

In conclusione, abbiamo visto che non è possibile scoprire chi guarda il proprio profilo su Facebook e si è sottolineata l’importanza di non fidarsi e di non scaricare applicazioni che promettono il contrario.

La sicurezza su Facebook e su ogni social è un aspetto molto importante e chiunque dovrebbe adoperarsi al fine di evitare che i propri dati risultino facilmente accessibili ad occhi indiscreti.

Il problema della privacy e della protezione dei dati è uno degli aspetti più difficile da risolvere per gli sviluppatori di Facebook e di ogni social network.

Nel 2019 ad esempio un gruppo di hacker ha rubato i dati personali di 267 milioni di persone registrate su Facebook.

I dati prelevati contenevano di tutto: nome, cognome, numero di telefono, indirizzo e anche i dati delle carte di credito utilizzate sul social.

Episodi comuni che dovrebbero portare tutti a mantenere alti i livelli di attenzione quando si naviga sul web.

lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *