image

Cosa è il Ghosting e come funziona nel lavoro?

Il ghosting è una pratica che, dopo aver verificato in cosa consiste, alcuni scopriranno di aver utilizzato e di aver subito almeno una volta nella propria vita.

Fare ghosting, da ghost (fantasma), significa rendersi irreperibili e interrompere ogni forma di comunicazione con uno più persone senza prima averle avvisate.

È un atteggiamento analizzato in psicologia e che si verifica in diversi contesti. Tra questi quello più conosciuto riguarda le relazioni affettive. Quante storie si interrompono all’improvviso perché lui o lei decidono di sparire?

Tale sparire improvviso, si verifica anche negli ambienti di lavoro: lavoratori che non si presentano dall’oggi al domani, aspiranti lavoratori che non si recano al colloquio di lavoro, rapporti, relazioni e collaborazioni lavorative che all’improvviso finiscono di essere tali.

Ebbene oggi vedremo cos’è, il significato, le implicazioni e le situazioni in cui il ghosting si verifica negli ambienti di lavoro.

Ghosting significato

Il fenomeno del ghosting il cui significato generale, come anticipato, consiste in un atteggiamento che porta una persona a sparire e tagliare i rapporti.

Da molti definito come un atteggiamento da codardi, rei di voler evitare un confronto, nasconde in realtà significati profondi analizzati in psicologia.

Come evidenziato in uno studio del Nationa Institues of Health, è la presenza della tecnologia ad aver accentuato il fenomeno. Ciò perché, sparire vuol dire, nella quasi totalità dei casi non rispondere più al telefono, ai messaggi, sui social network o alle e-mail.

Psicologicamente è definito come il desiderio di terminare una relazione evitando il dover affrontare e chiudere bruscamente una o più relazioni.

Ghosting e lavoro

Secondo un articolo presente su USA Today un numero compreso tra il 20% e il 50% dei lavoratori mette in pratica il ghosting: non presentandosi al lavoro o ad un colloquio.

La tendenza sembra in crescita e il fenomeno è globale.

Fare ghosting sul posto di lavoro segue lo stesso iter che si verifica nelle relazioni siano queste di amicizia o sentimentali.

In pratica, sempre più lavoratori, invece di cercare una forma di dialogo con il datore di lavoro, preferiscono sparire, evitando ogni tipo di confronto.

L’atteggiamento si presenta in diverse situazioni:

  • Il candidato non si presenta al colloquio di lavoro
  • Il lavoratore non si presenta il primo giorno di lavoro
  • Interruzione improvvisa del rapporto lavorativo.

Perché avviene ciò? Secondo gli esperti le cause sono ancora ignote. Il ghosting sta di fatto diventando un vero problema per i selezionatori del personale e in generale per le aziende.

Particolarmente interessante sul tema è l’intervista rilasciata da Rob Bralow per il New York Post, nella quale dichiara che, in media, ogni 10 candidati ad un colloquio di lavoro, se ne presentano tre. E lo ritiene un successo.

Bralow, inoltre, evidenzia che il fenomeno è scollegato allo stipendio, dichiara infatti di subire episodi di ghosting tanto per lavori dal salario minimo tanto per lavori da 50.000 USD o 70.000 USD annui.

Il ghosting è la nuova normalità

Seppur incredibile, i dati confermano un atteggiamento che per quanto fastidioso è presente e bisogna considerarlo.

Le implicazioni sono molteplici. Le aziende impiegano più tempo a selezionare personale e inoltre subiscono una perdita di produttività dovuta all’abbandono del posto di lavoro.

Per questi motivi, i selezionatori del personale sono sempre più attenti ai profili dei candidati. Verificano lo storico, controllano la personalità del futuro lavoratore sui social network.

Allo stesso modo, si cerca di interagire con il nuovo lavoratore, di fornire e richiedere feedback, di accertarsi, in altre parole, che i processi di inserimento stiano svolgendosi nel migliore dei modi.

Con il passare del tempo, la tendenza è di offrire nuove prospettive di carriera oltre che ad un continuo monitoraggio. Tutte attenzioni, queste ultime, volte a limitare la possibilità che il lavoratore lasci all’improvviso il posto di lavoro.

In conclusione, nessuno può dire se il ghosting è un fenomeno temporaneo o perdurerà nel tempo. La certezza è che i cambiamenti in atto nel mercato del lavoro coinvolgono anche i candidati e i lavoratori.

Iscriviti al Canale Telegram di Cercalavoro.it

lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.