image

Professione Maggiordomo

Figura mitica e d’altri tempi, il maggiordomo è entrato nell’immaginario collettivo come un uomo di mezza età, dai modi impeccabili e profondo conoscitore di tutti i segreti della casa. Il nome il nome deriva dal latino ‘maior domus’, il più alto funzionario della casa, e nel V secolo d.C. i Merovingi lo utilizzavano per indicare il responsabile delle più importanti funzioni di governo e il comandante dell’esercito in battaglia. In seguito il termine è andato ad indicare il supervisore della servitù nelle case nobiliari. In televisione abbiamo amato prima il Niles della sit-com “La Tata”, poi il fedele Mr. Carson di “Downton Abbey”. Nel mondo dei fumetti, come non pensare all’Alfred Pennyworth fedele servitore e allo stesso tempo figura paterna di Batman? Oppure all’Edwin Jarvis che si occupa della gestione della villa e delle esigenze dei vari Avengers? Per non parlare di Battista, il maggiordomo di Zio Paperone, oppure del mostruoso ma adorabile Lurch della famiglia Addams. Ma al giorno d’oggi la professione di maggiordomo è ben diversa da quel ruolo che sembra uscito direttamente dal secolo scorso: un maggiordomo moderno è una figura estremamente richiesta in tutto il mondo e si è evoluta molto rispetto a quelle immagini da fiction che abbiamo impresse nella mente. Sono ricercati dagli hotel, di lusso ma non solo, ma si trovano anche sulle navi da crociera, e sono spesso assunti per eventi o occasioni speciali, vacanze, matrimoni, o spostamenti di lavoro. Al giorno d’oggi il maggiordomo è diventato una specie manager della casa, un assistente personale a 360 gradi, che si occupa delle varie mansioni necessarie alla gestione non solo della casa, ma anche di un ufficio o di un piano di un albergo, così come anche di varie pratiche in vece dei proprietari, per risparmiare loro tempo. 

Chi è il maggiordomo 

Il maggiordomo, talvolta detto Butler utilizzando il termine inglese, è un professionista che svolge il ruolo di assistente personale per conto di famiglie o singoli individui. Può svolgere le sue mansioni sia nell’ambito di una residenza privata che all’interno di una struttura alberghiera di lusso, con il ruolo di assisterne gli ospiti.

Il maggiordomo si occupa di quelle attività atte a soddisfare, con tempestività e continuità, le esigenze dei padroni di casa o degli ospiti, svolgendo direttamente determinati servizi oppure attivando una rete di collaboratori domestici. Il maggiordomo di conseguenza ricopre allo stesso tempo le funzioni di assistente personale, di coordinatore di risorse umane (le quali possono essere impiegate della casa o struttura alberghiera oppure esterne) e di event planner.

L’attività di un maggiordomo si svolge in prevalenza presso strutture alberghiere di lusso o comunque destinate all’ospitalità extra-alberghiera, come residenze per vacanze, castelli, navi da crociera e via dicendo, oppure presso le abitazioni private. In quest’ultimo caso le sue mansioni sono quelle del direttore di casa. Un buon maggiordomo deve svolgere la sua attività in maniera discreta, mai troppo invasiva e sempre con la massima serietà. Deve essere dotato di grande disponibilità e doti organizzative.

Storicamente, il maggiordomo è quella figura professionale il cui compito, assieme alla governante è sovraintendere la servitù e il corretto svolgimento delle quotidiane attività di manutenzione delle dimore signorili, come case, corti, ville o palazzi. Nel corso del diciannovesimo secolo il maggiordomo ricopriva il ruolo di direttore della componente maschile del personale a servizio nelle grandi residenze. Il numero di domestici, come camerieri o giardinieri, che prestava servizio presso le famiglie più facoltose poteva essere considerevole, motivo per cui vigeva un’organizzazione gerarchica, basata soprattutto sul genere e l’esperienza.  

Nel corso del ventesimo secolo il numero di maggiordomi e degli altri tipi di lavoratori domestici subì un drastico ridimensionamento, ma a partire della fine del secolo, con il crescente numero di plurimilionari sorti in altri parti del mondo come la Russia o la Cina, la domanda è tornata ad aumentare. Il ruolo del maggiordomo è mutato molto in questi ultimi anni, diventando una figura professionale estremamente versatile, in grado di prestare servizi molto differenti al datore di lavoro. Oltre che al compito di direzione del personale impiegato nelle residenze, hanno assunto anche responsabilità come quelle di organizzare eventi, prenotare, curare il guardaroba e la cantina, ricevere ospiti e svolgere compiti che tradizionalmente sono affidati ad altre figure, come autisti, camerieri o segretari. Può arrivare ad occuparsi della gestione economica delle risorse destinate al mantenimento della residenza ed anche ad assumere la responsabilità della sicurezza dei residenti. In Medio Oriente la professione sta prendendo piede anche tra le donne, dal momento che per motivo culturali un lavoratore di sesso maschile potrebbe comportare problemi legati alle norme di comportamento. 

Il compito di un maggiordomo all’interno di una casa personale può anche declinarsi verso le attenzioni riguardo un singolo ospite, diventando così una sorta di Personal Assistant. Il maggiordomo ricopre anche il compito di Event Planner, per prenotare i migliori ristoranti o per organizzare un evento importante, per avere biglietti ed evitare lunghe ore di attesa in musei e gallerie d’arte. Può offrire assistenza anche per lo shopping esclusivo o per regali unici, per chi è troppo occupato e per chi ha poco tempo da dedicarsi. È sempre il maggiordomo che si occupa degli animali domestici e che se ne prende cura, in ogni dettaglio, così come può rientrare sempre tra i suoi compiti prenotare un elicottero per raggiungere i migliori porti per una gita in barca a vela, o per prenotare un’auto di lusso verso luoghi incantati. Ogni maggiordomo si distingue per la serietà nella propria organizzazione e per occuparsi del proprio ospite e della propria casa nella più completa privacy. I luoghi in cui un maggiordomo può operare sono estremamente variegati e sparsi per il globo: a bordo di navi o barche a vela che solcano gli oceani, in castelli o dimore storiche, ville di campagna o attici in città. 

Il maggiordomo non è un sostituto del servizio domestico, ma il suo sovraintendente. Dovendo gestire ed organizzare tutto le figure che operano all’interno della casa, il maggiordomo deve saper eseguire tutti le mansioni necessarie, ma non è colui che deve effettuare in prima persona le pulizie o altre faccende 

Le sue competenze specifiche possono essere così sintetizzate: 

  • Assistere gli ospiti/padroni di casa con diversi livelli di disabilità;
  • Coordinare l’attività e il personale per la preparazione e lo svolgimento di pranzi, cene, meeting, ricevimenti;
  • Curare e riordinare gli effetti personali e l’ambiente dell’ospite/padrone di casa (housekeeping);
  • Organizzare il lavoro del personale;
  • Progettare itinerari e accompagnare l’ospite nella visita a luoghi e località turistiche;
  • Progettare percorsi di shopping e accompagnare l’ospite/padrone di casa;
  • Svolgere attività di accudimento di bambini.

Come diventare maggiordomo 

Ai maggiordomi si richiedono requisiti imprescindibili: educazione, equilibrio, conoscenza del galateo, buone doti di comunicazione e di gestione delle relazioni, disponibilità, esperienza, età matura (generalmente non inferiore ai 35 anni), conoscenza di almeno una lingua straniera (propedeutica con ospiti di varie culture e provenienze), ottima cultura generale, grande professionalità, massima discrezione. Di conseguenza per ricoprire questa carica non è sufficiente seguire un corso, ma maturare esperienze significative anche di vita.  

Per intraprendere la professione di maggiordomo innanzitutto bisogna essere in possesso di un diploma di scuola superiore, per dimostrare di essere in possesso di quelle competenze di base per poter affrontare i compiti di gestione della casa e degli ospiti. È consigliabile poi coltivare quelle competenze specifiche che possono essere utili al ruolo di maggiordomo: il ruolo richiede attività di supervisione dello staff, saper selezionare altro personale, capacità di organizzazione e cura per quanto riguarda il guardaroba dei clienti, saper svolgere anche compiti tipici di un segretario, dare una mano a gestire i diversi impegni della famiglia, sapere come servire i pasti e le bevande, saper ricevere gli ospiti, organizzare i tavoli e sorvegliare sulla sicurezza della casa. Esistono corsi specifici per sviluppare le competenze utili ad imparare a gestire le finanze, supervisionare la sicurezza, preparare i cibi e sulle regole di bon ton che possono aiutare a a formare quel bagaglio necessario ad intraprendere la professione. Anche le conoscenze informatiche di base sono sempre più necessarie, per utilizzare quegli strumenti utili a registrare e organizzare le spese e gli impegni della famiglia. Fare esperienza come aiutante o apprendista di un maggiordomo esperto può essere un’ottima occasione per apprendere al meglio i segreti del mestiere, ma nel frattempo qualsiasi attività come governante o cameriere o comunque attività nel settore del lusso possono fornire un’ottima palestra dove affinare le proprie capacità. 

Un maggiordomo deve possedere ottime doti comunicative e organizzative (in vista anche dell’organizzazione di un evento importante) per saper gestire tutte quelle attività di una famiglia facoltosa e di cui gli stessi membri non possono occuparsi. Oltre al servizio di housekeeping (governare e gestire la casa e il suo staff), il maggiordomo deve essere in grado di occuparsi del guardaroba, della cura delle opere d’arte, della mise en place a tavola. Ma i tempi cambiano e le professioni si evolvono, per cui ad oggi ai maggiordomi è richiesto di essere dei veri e propri tutor o personal shopper che dispensano suggerimenti su abbigliamento, acquisti e persino sul parrucchiere. 

Nonostante non sia richiesto un titolo specifico per esercitare la professione di maggiordomo, esistono scuole e accademie alle quali è possibile iscriversi per frequentare dei corsi di formazione, di diverse durate. La frequenza di questi corsi, normalmente riservata a chi è già in possesso di un diploma, serve a raffinare le proprie capacità, e spesso attraverso di essi è possibile accedere a diverse modalità di primo inserimento nel mondo del lavoro. 

In Italia esiste da qualche anno, a Milano, l’Associazione Italiana Maggiordomi (www.maggiordomi.it): formata da professionisti di vari settori, è un’associazione senza fine di lucro e si propone di promuovere e valorizzare la figura e la professione del maggiordomo. L’Associazione svolge attività di informazione e consulenza agli associati sui problemi specifici della categoria. Inoltre promuove incontri tematici e corsi per l’aggiornamento degli associati e per la formazione di nuovi professionisti nei settori dell’ospitalità di alto livello e per le residenze private. Chiunque può richiedere di fare parte di questa Associazione nata con la promessa di rivalutare la figura del maggiordomo in Italia: un programma di formazione insegna l’etichetta che deve essere praticata dai maggiordomi, oltre a tutte quelle abilità che sono richieste per questo lavoro. Le lezioni si concentrano sulla presentazione professionale, sul mantenimento della routine di una casa, sul servizio a tavola, sul bucato, sulla pulizia e sull’organizzazione domestica. Il corso prevede una parte teorica di circa 300 ore ed una parte pratica che si svolge presso alcuni prestigiosi hotel di lusso nelle maggiori città italiane.  

È possibile anche frequentare corsi di formazione all’estero: la storica School For Butlers & Hospitality, con sedi a Londra, Bruxelles e Bruges, è la più antica e importante scuola per Maggiordomi stile britannico: forma personale domestico professionale dal 1884 aggiornando di continuo le tecniche di insegnamento, adeguando i materiali didattici ai tempi moderni insieme ai sistemi più innovativi di supporto per i maggiordomi e le governanti del 21° Secolo. Se vogliamo attraversare l’oceano, negli Stati Uniti, ad esempio, ci si può rivolgere ad istituti come The Professional Domestic Institute (Powell, Ohio, USA) oppure frequentare il programma di The Estate Management Studies, presso il French Culinary Institute (New York City, New York, USA). In Canada si trova The Charles MacPherson Academy (Toronto, Ontario), mentre tornando in Europa, in Olanda sorge The International Butler Academy (Valkenburg aan de Geul, nei Paesi Bassi). 

Sviluppo professionale 

L’Italia sta diventando la seconda realtà, dopo il Regno Unito, a formare know how nel settore dei servizi di alta gamma da esportare, per un’ampia diffusione della qualità nel settore dell’accoglienza e dell’ospitalità italiana nel mondo. Il maggiordomo opera in alberghi o strutture per l’ospitalità extralberghiere di lusso (4 stelle e oltre) o presso case private. Sempre più hotel con un servizio pari alle a 6 e 7 stelle si stanno affacciando nel quadro dell’ospitalità mondiale e diverse sono le richieste di maggiordomi qualificati per fornire il servizio di affiancamento al cliente del segmento lusso. È sempre più diffusa infatti la ricerca di maggiordomi capaci e preparati, uomini o donne, in tutto il mondo, presso case private, hotel, navi e dimore storiche. All’interno di una casa di lusso, ad esempio, ogni ospite può essere seguito da un Maggiordomo personale, che diventa per l’ospite stesso o per i padroni di casa un efficiente Personal Assistant o un Direttore di Casa. 

Il maggiordomo opera con un alto grado di autonomia. Segue le indicazioni del direttore o manager della struttura alberghiera solo per quanto l’assegnazione del cliente e segnala a quest’ultimo eventuali problemi. Nel caso del direttore di casa risponde direttamente ai padroni di casa che sono nel contempo i datori di lavoro. 

Ma quanto guadagna un maggiordomo? Anche in questo caso, dipende molto dal luogo in cui si presta servizio. Se si viene assunti presso hotel o navi da crociera molto prestigiose dove il lusso fa da padrona, anche lo stipendio potrà essere assai consistente. Al compenso vanno poi aggiunte le mance, di conseguenza molto più alte nei luoghi più prestigiosi. In media, un maggiordomo può guadagnare dai 1.300 EUR (a cui vanno aggiunte le mance) fino ai 3.000/4.000 EUR, se si lavora in qualità di maggiordomo senior in case private. 

Ad oggi l’Associazione Italiana Maggiordomi conta più di 500 iscritti, i quali sono sono comunque sufficienti per soddisfare tutte le innumerevoli richieste . Per effettuare una scelta dei candidati, i clienti valutano attentamente tutte le informazioni contenute nei loro curriculum; spesso sono dettagli all’apparenza secondari come la gestione del proprio tempo libero e gli hobby che si coltivano che risultano decisivi. Non è una professione prettamente maschile: negli ultimi anni tante donne hanno deciso di intraprendere questo mestiere.  Aderire ad un’organizzazione professionale per maggiordomi (che spesso comprende anche più in generale tutto il personale di una casa) può portare numerosi vantaggi, perché in questo modo si può avere un supporto formale. I datori di lavoro potenziali che cercano un maggiordomo privato ricorrono molto spesso a queste organizzazioni, cercando un profilo adatto che corrisponda alle proprie esigenze. È molto importante poi in questo campo coltivare le relazioni con la propria rete di contatti, in maniera da poter contare su referenze e raccomandazioni nel momento in cui si va a cercare un’impiego. 

Il contratto di lavoro di un maggiordomo può prevedere o meno l’alloggio all’interno della casa o del luogo in cui si presta servizio. Può essere un contratto a tempo indeterminato oppure giornaliero o a prestazione, nel caso in cui sia limitato ad un singolo servizio o evento. Mediamente lo stipendio netto parte da una cifra attorno ai 1500 EUR mensili, in Italia, ma ci sono diversi fattori che contribuiscono a variarne l’importo, a partire dal numero delle ore lavorate: generalmente si parla di circa 40 ore la settimana per i contratti più comuni. Ma per i maggiordomi che lavorano negli ambienti più prestigiosi, lo stipendio può anche arrivare a 12.000 EUR netti al mese. Per i maggiordomi più apprezzati, con abbiano un’esperienza di una decina d’anni, e per colore che offrono dei servizi al cliente particolarmente personalizzati, la remunerazione giornaliere può arrivare anche a 500 EUR, considerato che bisogna garantire una disponibilità che oscilla tra le 8 e le 12 ore quotidiane. 

leave your comment


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *