Vuoi cambiare lavoro nel 2019? Usa la nostra checklist!

Stai sognando un nuovo lavoro per il 2019? Eccoti una breve guida passo passo per aiutarti nella ricerca del lavoro dei tuoi sogni.

Imposta i tuoi obiettivi specifici

Sei alla ricerca di un posto specifico oppure vuoi utilizzare le tue esperienze precedenti per cercare dei lavori correlati? Impara a impostare per te stesso degli obiettivi, uno a breve, uno a medio e infine uno a lungo termine. Se non sai come fare puoi sempre cercare supporto da un career coach oppure leggere libri specifici per la ricerca del lavoro. Alle volte sembra molto semplice, ma non lo è. È un cambio di paradigma, diciamo quasi una rivoluzione, nel modo di come la tua mente viene impostata nella ricerca del lavoro.

Breve termine

Imposta un obiettivo a breve termine, cosa vuoi cercare e perché. Non impostate più di un obiettivo questo perché cosi facendo perdete il vostro focus sull’obbiettivo. L’impostazione dell’obiettivo a breve termine ti aiuterà a scremare le tipologie di lavoro dove attualmente non puoi applicare per mancanza di conoscenza o esperienza. Inizia a studiare, ebbene si non si finisce mai di imparare. Fai un elenco di aziende dove vorresti lavorare, studia quale tipologia di dipendenti cercano, il profilo dell’azienda i punti di forza della loro presenza online e offline. Ora, puoi iniziare ad applicare alle aziende che hai trovato, principalmente a quelle che soddisfano il gli obiettivo a breve termine e sono molto vicine al tuo attuale profilo ideale.

Medio termine

Ora, ultimato il punto precedente, imposta un obiettivo (uno solo, per lo stesso discorso menzionato negli obiettivi a breve termine) a medio termine dove definisci quali sono le capacita’ che vuoi migliorare o sviluppare in sei mesi massimo un anno. Inizia a impegnarti per migliorare o sviluppare le capacita’ che hai definito nel tuo obiettivo a breve termine, un esempio? Se vuoi fare il grafico e hai già qualche esperienza precedente, trova amico che abbia necessita’ di un logo o altri piccoli lavori nel mondo del design per aumentare la lista delle tue referenze nel curriculum. Oppure, se non hai conoscenza di un settore particolare ma vuoi comunque lavorarci puoi pensare di frequentare brevi corsi, ad esempio se pensi diventare un personal-trainer, lavorarere nel mondo dei gioielli o lavorare nel mondo della moda puoi cercare corsi intensivi, serali oppure quelli svolti durante il fine settimana. Molto probabilmente dopo poco tempo, diciamo in quattro o sei mesi, sarai in grado di poter applicare alle offerte di lavoro per la nuova conoscenza che hai appena sviluppato.

Lungo termine

Infine, definisci obiettivi a lungo termine, fino a un massimo di tre. Cosa si intende per lungo termine? Diciamo tra tre e cinque anni, stesso discorso dei due punti precedenti, inizia a cercare e impegnarti per raggiungere l’obiettivo. Un piccolo segreto? Hai presente quando dovevi prepararti per un compito in classe a scuola? Ecco, fai l’opposto. Lavora ogni giorno e incrementa le tue conoscenze dell’uno percento per l’obiettivo che ti sei prefissato, è molto più facile raggiungere il tuo obbiettivo nel lungo termine. Ti stupirai di te stesso dopo un anno. Scoprirai quanto sei riuscito a migliorare rispetto alle tue conoscenze iniziali. Un autore molto interessante da leggere è James Clear. Il libro scritto da James “Atomic Habits”, per ora solo in inglese, affronta l’argomento che ti ho suggerito. Si basa sulla teoria degli interessi composti. Cos’è l’interesse composto? L’interesse composto prevalentemente usato nel campo finanziario e degli investimenti è legato all’interesse, potete usare anche la parola ritorno, generato dai tuoi soldi investiti che vengono lasciati maturare nel modo giusto e che si aggiungono al tuo capitale iniziale. Non vi annoio con calcoli matematici, ma alla fine il risultato è migliore che utilizzino altri metodi come il tasso fisso d’interesse. Il punto fondamentale per avere il massimo beneficio dagli interessi composti è l’utilizzo del fattore tempo. Con la giusta pazienza e il tempo, si riesce a far maturare nel modo giusto i tuoi interessi, che siano finanziari, di conoscenza o capacità acquisite. Ora capite perché applicarvi nel modo giusto e per un periodo di tempo mediamente lungo ha i suoi vantaggi?

Crea e amplia la tua rete di contatti

Sai che il tasso di risposta medio applicato agli annunci di lavoro online è inferiore al 5%? La maggior parte dei lavori disponibili sul mercato non sono pubblicizzati? La persona media che ricerca un lavoro non sa ad esempio che un buon numero di conoscenze può portare a trovare l’impiego ideale. Hai mai sentito parlare dei sei gradi di separazione o “il piccolo mondo“? Diciamo non troppo, giusto? Ok, per dirla in due parole, per raggiungere qualsiasi persona al mondo bastano sei persone collegate nel modo corretto. Con le nuove tecnologia, si dice addirittura che bastino anche meno punti di collegamento. Come fare? Semplice, attivati e partecipa convegni, fiere di settore, eventi informativi, gruppi di discussione e altro. Sii pro-attivo e propositivo. Amplia il tuo network di persone che conosci, più i contatti sono di diversa tipologia più hai possibilità di trovare l’informazione giusta al momento giusto. Usa lo stesso metodo spiegato per gli obiettivi a lungo termine, coltiva piano-piano la tua rete di contatti. Immagina come quando curi un piccolo seme ogni giorno con acqua, la giusta quantità di sole e amore. Avrai una bellissima pianta dopo qualche tempo. Ora, prova a immaginare, moltiplica la tua rete di contatti che hai appena creato e con le conoscenze maturate tramite gli interessi composti menzionati nel punto precedente e hai fatto BINGO!

Fatti notare, crea un curriculum per impressionare il tuo futuro datore di lavoro

Pensi che un normale curriculum si può far notare se applichi a una offerta di lavoro? Molto probabilmente non hai mai pensato che altre duecento persone sono in competizione con te per la stessa posizione lavorativa. Oppure, sei uno dei tanti in mezzo ai vari profili dei social network di ricerca lavoro come Linkedin, Xing o altri. Cerca di capire come puoi migliorare l’immagine e il contenuto del tuo curriculum, sia per la versione cartacea sia per la versione online. Per la versione online ti consigliamo di studiare quali sono le parole chiave che si utilizzano per la tua posizione ideale e cercare di ottimizzare le descrizioni e testi del curriculum per farti notare.

Vuoi un paio di esempi pratici? Eccoteli qui:

Sei un grafico o un designer? Crea una presentazione che colpisce. Fai vedere quanti nuovi design hai creato negli ultimi anni di lavoro. Non sai come fare perché non hai esperienza? Leggi nuovamente come impostare i tuoi obiettivi a breve e medio termine e cerca un amico o qualcuno che conosci che ti possa far produrre qualcosa da far vedere al tuo futuro datore di lavoro.

Sei un venditore o un commerciale? Cerca di far capire al tuo futuro datore di lavoro che hai aiutato la tua attuale azienda a migliorare le vendite del 30% in un anno, per un totale di due milioni di euro. Inserisci queste informazioni nelle prime righe del tuo curriculum, fai vedere il 30% menzionato prima, usa un carattere più grande o fai un riquadro che attiri l’attenzione con qualche riga di spiegazione.

Sei un tornitore? Fai capire al tuo futuro datore di lavoro che con il tuo lavoro hai incrementato il numero di pezzi prodotti ogni ora. Ad esempio, spiega nelle prime righe del tuo curriculum che grazie alle tue capacita’ tecniche hai ottimizzato il programma della macchina CNC a controllo numerico aumentando la produzione di pezzi prodotti da dieci a quindici ogni ora.

Preparati per le interviste telefoniche

Finalmente, dopo aver dedicato del tempo ai tuoi obiettivi, ad ampliare la nostra rete di contatti, alla preparazione di un curriculum sei stato finalmente chiamato per un colloquio di lavoro. Sembra un sogno e che tutto sia finito qui, ma ti posso dire che è solo l’inizio perché ora devi affrontare la parte più delicata di tutta la checklist. Ti può’ capitare se hai lavorato bene e con costanza di dover essere chiamato per partecipare ad una intervista, tante volte anche a sorpresa, con il capo delle risorse umane, o se si è veramente fortunati con il “grande capo”. Cosa fare? Beh, se avete fatto bene i compiti come ti abbiamo descritto negli obiettivi a breve termine dovresti essere già pronto a rispondere alle domande sull’azienda che ti ha chiamato. Alcune di queste domande potrebbero essere sul tipo di business dell’azienda si sia modificato in crescita o decrescita. Altre domande potrebbero essere più complicate, possono chiederti del “perché stai cercando un nuovo lavoro?”, “cosa stai cercando nella nostra azienda?”, di parlare del tuo vecchio datore di lavoro e molto altro. Cerca di prepararti, è il modo migliore per essere selezionato.

È davvero necessario usare una checklist?

Siamo quasi arrivati alla fine, se hai letto fino qui vuol dire che hai tanto carisma e sicuramente ti domandi “devo per forza preparare tutte le cose menzionate in questo articolo per trovare il mio nuovo lavoro ideale?” Perché ti direi di no perché personalmente sono pigro anche io, ma sono certo che tu vuoi trovare quel posto di lavoro che tanto sogni, giusto? Allora eccoti un bell’esempio perché dovresti farlo, immagina di essere un maratoneta. Riusciresti a completare una maratona di 40 kilometri senza preparazione ed allenamento? Molto probabilmente no, o forse hai si ma alla fine dei 40 kilometri saresti completamente distrutto e sicuramente non avresti utilizzato le tutte tue risorse disponibili nel miglior modo. Hai mai provato a fare una maratona? Un consiglio, preparati molto bene. Ecco perché per ogni grande impresa come una maratona o la ricerca del tuo lavoro ideale necessita di una preparazione adeguata ed una checklist come quella consigliata in questo articolo sono l’ideale per trovare raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissato. Nel caso specifico trovare il tuo lavoro ideale, il prima possibile. Le indicazioni che ti abbiamo fornito sono sicuramente un ottimo inizio per aiutarti nella tua ricerca, ma non sono sicuramente la soluzione. Impegno, costanza e un bel sorriso, che non guasta mai, saranno la tua luce nella ricerca del tuo nuovo lavoro ideale.
Vuoi un ulteriore consiglio prima di chiudere questo articolo? (!!!BONUS!!!)
Imposta tra i tuoi obiettivi a lungo termine (diciamo anche a lunghissimo termine) l’acquisizione delle lingue scritte e parlate, ti consiglio inizialmente l’inglese se lavori con internet. Perché l’inglese? L’inglese e’ una lingua franca e ti consente solitamente di poter accedere velocemente alle informazioni più recenti del settore dove vuoi andare a lavorare. Hai mai letto un libro tecnico tradotto dalla lingua originale all’italiano? Me ne sono capitati diversi e ti posso dire che alcuni erano veramente pietosi. Uno fra tutti il mio primo manuale del sistema operativo (quello che ti fa funzionare il tuo computer o il tuo cellulare) che traduceva il termine hard disk in disco duro, non ti dico gli altri termini. Se lavori in altri ambiti dove altre lingue sono importanti, ti consiglio di valutare se è meglio imparare altre lingue, un paio di esempi? Il cinese se lavori nel campo dell’import-export con la Cina, il russo se lavori con paesi che usano il russo come lingua principale, il francese se pensi di lavorare in ambienti come la cooperazione internazionale (aggiungici anche lo spagnolo oltre all’inglese che non farà’ mai male), lo spagnolo se pensi di lavorare con il sud america o altri paesi che usano lo spagnolo come lingua.

Per oggi abbiamo finito! Ti auguro In bocca al lupo per la tua ricerca del nuovo posto di lavoro, facci sapere come è andata dopo aver seguito i nostri consigli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *