Sviluppare la carriera o trovare lavoro?

Durante la vita lavorativa ci si trova spesso di fronte a delle scelte importanti, che indirizzano in maniera decisiva la propria traiettoria nel mondo del lavoro. Una delle più classiche è quella che mette di fronte la possibilità di avere una carriera personale contrapposta alla scelta di cercare un lavoro dipendente. Come in tutte le scelte ci sono dei pro e dei contro da valutare con attenzione. Vediamo una rapida panoramica.

Sviluppare la carriera: i pro

Sviluppare una propria carriera e un proprio progetto personale è una delle aspirazioni più comuni nel mondo del lavoro. I vantaggi sono di varia natura, non ultimo quello della soddisfazione personale. Riuscire ad avere successo in qualcosa di personale è sempre infatti una gratificazione enorme. Ma anche la possibilità di gestire il proprio tempo in autonomia è sicuramente uno dei pro maggiori quando si sviluppa una carriera personale. Oltre a questo sappiamo che essere alla guida del proprio progetto significa non avere il classico capo che controlla ogni nostra mossa, e questo ci rende l’esperienza lavorativa sicuramente più rilassante.

Sviluppare la carriera: i contro

Sviluppare la propria carriera in autonomia non è sempre un sogno, ogni tanto può dare vita a qualche incubo. Anzitutto bisogna curare in maniera precisa ogni aspetto della propria attività, anche quelli meno belli e più noiosi e difficili. Quindi bisogna scontrarsi con la gestione economica della nostra attività, ed avere a che fare con la burocrazia. Se non lo vogliamo fare, bisognerà delegare queste operazioni, sostenendo dei costi che andranno ad erodere i nostri guadagni.

Oltre a questo ci si deve occupare della continua ricerca di clienti per ampliare il proprio business, aggiungendo questa ad altre attività che portano via spazio allo svolgimento del lavoro vero e proprio.

Trovare lavoro dipendente: i pro

Trovare un lavoro dipendente può essere seccante, ma nasconde dei vantaggi sostanziali: anzitutto il guadagno sicuro e costante. Magari si può obiettare, dicendo che gli stipendi non sono alti e si fatica ad arrivare a fine mese, ma la sicurezza di un’entrata fissa mensile è uno dei fattori che fanno pendere verso la scelta del lavoro dipendente.

Oltre a questo fattore, quando si lavora come dipendente non ci si deve occupare di cose burocratiche legate all’azienda, e le proprie mansioni saranno limitate strettamente al lavoro ed al ruolo che si ricopre.

Trovare lavoro dipendente: i contro

I contro nel lavoro dipendente sono chiari a chiunque abbia provato questa esperienza. La presenza di un capo è sicuramente l’avversità più gettonata, perché spesso i rapporti con i propri superiori non sono idilliaci. Rimanere sotto il controllo di un capo non amato, porta il lavoratore dipendente a sentirsi poco libero nello svolgimento delle sue mansioni, causando una sensazione di frustrazione. Questo impatta anche sugli orari di lavoro, che spesso non sono flessibili portando a delle difficoltà operative nella vita di tutti i giorni. Inoltre quando si lavora come dipendente non abbiamo libertà di scelta sulle mansioni da svolgere, quindi capiterà di trovarsi a fare cose che non ci piacciono, alimentando la frustrazione citata già in precedenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *