Professione Hostess

Moltissimi giovani ragazzi, ma soprattutto ragazze, si dedicano al lavoro di hostess o steward per eventi, una volta terminate le scuole superiori, o talvolta anche durante. Ci sono molti motivi, ma in particolare una cosa che spinge molte studentesse verso questa professione è la flessibilità oraria tipica di questo lavoro, che la rende un’ottima soluzione per poter conciliare al meglio attività lavorative e studio. Mettersi in gioco e fare le prime esperienze nel mondo del lavoro sono altre ragioni più comuni, ed è facile trovare contesti in cui poter svolgere la professione di hostess, soprattutto nelle grandi città dove eventi e fiere sono all’ordine del giorno. Moltissimi eventi congressuali, fieristici e di promozione, si tengono anche nel fine settimana, per cui chi decide di voler diventare hostess per eventi, può farlo in tutta tranquillità. 

L’hostess può lavorare durante eventi, fiere, congressi o manifestazioni di vario tipo: commerciali, culturali, sportive, musicali. Vediamo di seguito quali sono le qualità e le competenze richieste dalle agenzie di hostess e cosa si deve fare per intraprendere questa attività. 

Chi è la Hostess  

La hostess è una figura professionale che affianca gli organizzatori negli ambiti e contesti più disparati: dal congresso medico, all’evento sportivo, ad una cena di gala, ad un evento musicale, ad una fiera. La sua funzione principale è quella di accogliere e assistere i partecipanti, e fornire supporto organizzativo sia nelle fasi di allestimento che durante lo svolgimento dell’evento. 

Generalmente è una ragazza di aspetto gradevole (non necessariamente una modella), disponibile a lavorare soprattutto nel fine settimana (venerdì e sabato ma anche venerdì, sabato e domenica), con conoscenza della lingua inglese (non sempre richiesta), dotata di pazienza ed educata. 

Quali sono i compiti di una Hostess? 

In genere i compiti di una hostess sono i seguenti:   

  • Collaborare all’allestimento dell’evento  
  • Accogliere i visitatori e registrare i partecipanti  
  • Fornire informazioni e assistenza  
  • Distribuire gadget e materiale informativo  
  • Rimanere a disposizione per l’intera durata dell’evento  
  • Supervisionare lo svolgimento della manifestazione  
  • Compilare attestati di partecipazione  
  • Distribuire e raccogliere questionari e schede di valutazione

Normalmente le attività delle hostess e degli steward vengono definite a seconda della tipologia di evento e delle esigenze specifiche degli organizzatori. Al momento del briefing, ovvero della formazione iniziale tenuta dall’azienda, dall’agenzia o dall’ente responsabile dell’organizzazione, gli organizzatori forniscono allo staff tutte le informazioni necessarie per svolgere efficacemente la propria funzione. Ci sono fondamentalmente tre grandi ambiti di impiego delle hostess, ovvero quello congressuale, quello fieristico e quello promozionale

In genere, prima dell’evento, le hostess collaborano all’allestimento degli stand e alla preparazione della sala o dei locali che ospitano la manifestazione 

Nell’ambito di un evento una hostess ha vari compiti tra cui, nello specifico: 

  • Accogliere gli ospiti, i relatori e i visitatori, provvedere all’accreditamento degli stessi e indirizzarli al posto giusto, fornendo tutte le informazioni in maniera chiara ed esaustiva (dove si trovano bagno e guardaroba, dove trovare il materiale informativo, a che ora finisce l’evento, a chi rivolgersi se hanno problemi). Se previsto, talvolta è suo compito anche registrare le anagrafiche dei partecipanti e fornire i badge di ingresso. 
  • Orientare gli ospiti all’interno della manifestazione, fornendo informazioni sul programma della giornata, sulla location e su qualsiasi altra esigenza espressa dai partecipanti; a questo scopo, in un momento antecedente all’inizio dell’evento, la hostess deve essere adeguatamente formata dai responsabili organizzativi del congresso. 
  • Gestire il materiale informativo (brochure, cartellette, comunicati stampa, eventuali omaggi) da consegnare agli ospiti. Spesso deve presentare un’area o un momento specifici ospitati all’interno dell’evento, e in questo caso deve conoscere tutte le informazioni relative e cercare di prevedere le domande del pubblico per fornire in anticipo tutti i dettagli utili per una buona esperienza. Deve riuscire a incuriosire le persone verso ciò sta presentando, per invogliarle ad ascoltare la presentazione. Deve essere gentile ed esaustiva, evitando però di apparire insistente
  • Rendersi disponibile durante tutta la durata della manifestazione per eventuali necessità degli ospiti o dei relatori sul palco, pronta ad intervenire tempestivamente in caso di necessità o a segnalare al coordinatore eventuali problemi 
  • Assistere gli ospiti durante eventuali attività di svago (per esempio visite turistiche, eventi culturali) o durante gli spostamenti da e verso le strutture ricettive nel caso in cui il congresso abbia una durata superiore alla giornata. 
  • Al termine dell’evento, salutare i partecipanti e collaborare alle attività di chiusura come ad esempio redigere attestati di partecipazione, supervisionare la compilazione di questionari o somministrare altri strumenti per misurare la soddisfazione del pubblico.  

I compiti nell’ambito fieristico e promozionale sono simili, con la differenza che lavorando come hostess-promoter, presso gli stand espositivi di un’azienda o di un’organizzazione in fiere di settore, centri commerciali o all’interno di eventi di vario tipo, il ruolo è orientato al marketing e alla promozione di un’azienda, un prodotto o un servizio. In questo caso la hostess assume la funzione di una vera e propria Brand Ambassador

Spesso questo lavoro può essere svolto in scala molto minore, anche all’interno di centri commerciali, profumerie o farmacie. In particolare nel periodo natalizio le occasioni di lavoro in questo senso si moltiplicano soprattutto se parliamo di promozioni tecnologiche dove la conoscenza dell’informatica risulta essere fondamentale. Si tratta di una figura ritenuta molto importante dal momento che ha il compito di incentivare le vendite legate ad un determinato prodotto. 

Inoltre, si può ricoprire la funzione di hostess anche nei villaggi turistici: il ruolo consiste nell’aiutare gli animatori nelle varie attività del giorno, rimanendo a disposizione degli ospiti del villaggio per dare informazioni e fornire assistenza. 

Come Diventare Hostess?  

Per diventare hostess non è richiesto un titolo di studio specifico. Negli annunci solitamente viene indicato il diploma di scuola superiore, ma contano piuttosto la bella presenza, l’esperienza pregressa nella mansione e la conoscenza di lingue straniere, in particolare se si lavora per eventi, fiere e concerti che prevedono un pubblico internazionale, oppure in località turistiche. Per trovare lavoro, il canale principale sono le agenzie di hostess e promoter, specializzate nella selezione di personale e ragazze per eventi, fiere, congressi. 

Trattandosi di un’attività basata sull’immagine, i requisiti principali sono come detto la bella presenza, l’altezza e soprattutto un aspetto curato (in genere da evitare piercing, tatuaggi in vista, un trucco troppo marcato). Queste caratteristiche sono molto importanti, poiché l’obiettivo dell’azienda è fare un’ottima impressione avvalendosi delle hostess come un vero e proprio biglietto da visita. 

In quest’ottica, anche l’abbigliamento gioca un ruolo importante: in alcuni casi a hostess e steward viene fornita una divisa di rappresentanza, diversamente è opportuno adottare un abbigliamento formale (tailleur e camicia bianca). 

La bella presenza da sola comunque non basta per poter ricoprire questo ruolo. Occorre al contrario spirito di sacrificio e una buona preparazione di base. Non a caso tra loro si trovano con sempre maggior frequenza studentesse universitarie. È inoltre opportuno evidenziare che per bella presenza non ci si riferisce semplicemente all’aspetto fisico e ai canoni estetici comuni: significa avere sì un aspetto gradevole, ma anche essere dotati di un buon bagaglio culturale, savoir-faire, buona educazione, grandi doti comunicative e di un bel sorriso.  

Fondamentali per fare la hostess sono quindi le attitudini personali: lavorare a contatto con il pubblico richiede infatti spigliatezza, una personalità solare ed estroversa ed eccellenti doti comunicative e relazionali. L’interazione deve avvenire sempre con estrema cortesia e garbo, per instaurare un’atmosfera piacevole e positiva e far sentire le persone a proprio agio. 

L’attività è frenetica e fisicamente impegnativa: l’accoglienza e l’intrattenimento di ospiti e partecipanti, infatti, implica stare in piedi quasi costantemente o percorrere ampi spazi avanti e indietro con poche opportunità di fare pause. L’orario di lavoro è molto flessibile: le hostess spesso lavorano per molte ore di fila anche fino a tardi, soprattutto nei weekend e nei giorni festivi. 

Queste caratteristiche rendono il lavoro adatto a studenti e studentesse, anche senza esperienza, oppure a chi cerca una soluzione part-time o un lavoro da svolgere per un periodo di tempo limitato. 

Un diploma o una laurea in lingue può essere un requisito preferenziale, come anche l’esperienza nel mondo dell’hospitality o dell’assistenza clienti. 

Una volta selezionate, le hostess sono tenute a partecipare ai training formativi (briefing) appositamente organizzati dalle aziende o dalle agenzie. Lo scopo della formazione iniziale è consentire a hostess e steward di sviluppare una conoscenza approfondita dell’evento, fiera, congresso, per poter lavorare in modo efficiente: ad esempio aspetti organizzativi, logistica, contenuto, partecipanti ecc. 

Ricapitolando, questi sono i requisiti e le competenze per lavorare come hostess: 

  • Bella presenza e altezza minima 
  • Aspetto curato 
  • Conoscenza delle lingue straniere 
  • Capacità comunicative e relazionali 
  • Predisposizione all’accoglienza e assistenza clienti 
  • Gentilezza e cordialità 
  • Capacità di problem-solving 
  • Pazienza e resistenza allo stress 
  • Disponibilità a lavorare nel weekend e nei giorni festivi 

Come trovare lavoro come hostess 

Per prima cosa, bisogna curare al meglio la propria presentazione. È indicato compilare un curriculum apposta, valorizzando gli aspetti della persona e della formazione che possono servire maggiormente in questo ambito. In particolare bisogna concentrarsi sulle doti relazionali ed essere sinceri nel descriversi. Al curriculum non bisogna poi allegare la classica fototessera, ma almeno due foto: un primo piano in alta risoluzione, stampato a colori su una buona carta, e una foto a mezzo busto o a figura intera che includa anche la tua altezza e il tuo peso. 

Una volta preparata una buona presentazione hai due possibilità: diventare hostess per eventi freelance o iscriverti a un’agenzia. Nel primo caso i guadagni saranno più alti, ma anche la difficoltà nel trovare clienti sarà maggiore. 

La caratteristica principale del lavoro della hostess è la non continuità: normalmente non è dipendente, ma viene coinvolta evento per evento con contratti usualmente di collaborazione occasionale o a progetto. Le hostess possono essere selezionate e reclutate sia da enti organizzatori di eventi, sia da agenzie specializzate presenti sul territorio. 

La maggior parte dei congressi e delle fiere cercano, contemporaneamente, decine (o anche centinaia!) di hostess, steward e promoter, e a nessuno di loro conviene trovarli uno per uno, facendo un infinito numero di colloqui per assicurarsi di avere di fronte la persona giusta. Di conseguenza, normalmente si affidano ad un’agenzia per la selezione del personale adatto.  

La soluzione migliore per lavorare come hostess è quindi iscriversi a una o più agenzie di hostess per eventi, indicando i propri interessi e le proprie disponibilità, in maniera da ricevere offerte più interessanti.  

Il ritmo di lavoro dipende dall’intensità del periodo congressuale. Può accadere che si organizzino eventi nelle ore serali o nel fine settimana, per cui la hostess deve garantire massima flessibilità e disponibilità. Anche nel caso ci si ritrovi a dover rifiutare qualche ingaggio, si resterà sempre nell’elenco per gli eventi successivi. 

Il reclutamento da parte delle agenzie funziona in questo modo: 

  • Colloquio iniziale, che stabilisce caratteristiche e inclinazioni della hostess e identifica i campi che gli sono più affini 
  • Inserimento in un database dettagliato 
  • Contatto della hostess e proposta di un eventuale progetto. In questa fase viene spiegato cosa deve fare, che tipo di formazione deve avere e altri dettagli sul lavoro 
  • Assegnazione del lavoro ed eventuale formazione 
  • Svolgimento del progetto 

Carriera e Sbocchi Lavorativi per una Hostess 

Fare la hostess è una professione adatta per le ragazze dinamiche e spigliate, alla ricerca di un impiego flessibile o part-time, poiché consente di dedicarsi anche ad altre attività. Questo lo rende un tipico lavoro per studenti, da svolgere in parallelo agli studi. 

È un impiego ideale se si vuole imparare a relazionarsi bene con le persone e se si vuole mettere alla prova le proprie doti di networking. Inoltre è una scelta ottima anche per iniziare a conoscere il mondo degli eventi, che potrebbe in futuro dare degli sbocchi professionali molto interessanti. 

Come abbiamo detto, le aziende che ricercano hostess per eventi spesso si affidano ad agenzie specializzate nella selezione di hostess, promoter, modelle e ragazze immagine. Iniziare a lavorare tramite agenzia è un ottimo modo per acquisire rapidamente esperienza on the job, perché permette di essere richiamati per più attività (congressi, eventi aziendali, fiere, sponsorizzazioni), anche in settori differenti: moda, tecnologia, food & beverage e molti altri. 

Per le hostess congressuali che parlano fluentemente una o più lingue straniere c’è poi la possibilità di lavorare come hostess interprete per eventi, meeting e conventions internazionali, e avviarsi a una carriera nell’interpretariato. 

In generale, scegliere di lavorare come hostess o steward e dedicarsi all’accoglienza e alla gestione degli info-points di fiere ed eventi ha anche altri aspetti positivi: permette di affinare soft skills come la capacità di stare a contatto con il pubblico, le doti relazionali e di comunicazione di apprendere i principi del customer care. Si tratta di competenze utilissime ad esempio per chi è interessato a una carriera nel marketing e nella comunicazione, nelle vendite e nell’assistenza clienti, o naturalmente anche nell’organizzazione di eventi, oppure ancora nel turismo. Tutti settori che offrono numerose opportunità di impiego.

Quanto guadagna una hostess 

Una hostess fieristica con conoscenza base della lingua inglese può arrivare a guadagnare 100 euro al giorno. È un settore che ha visto molte oscillazioni nelle retribuzioni negli ultimi anni, per cui possono capitare eventi in cui viene proposto un compenso anche di 60 euro nette (per 8 ore di lavoro).  

Una hostess solitamente lavora con prestazione occasionale, di conseguenza all’importo lordo si dovrà togliere il 20%, ossia la ritenuta d’acconto, e l’hostess percepirà la differenza tra importo lordo e ritenuta d’acconto (ossia il compenso netto). Ritenuta d’acconto che viene versata allo Stato dalle agenzie. 

In linea di massima possiamo dire che la retribuzione per una hostess congressuale si aggira intorno agli 80 € per giornata di lavoro. Considerato che gli impegni lavorativi possono essere saltuari e durare solo due o tre giorni, si tratta di una buona opportunità per chi porta avanti anche altre attività. Queste cifre sono indicative perché entrano in gioco diversi fattori: l’importanza della fiera, la location e l’impegno richiesto. Di norma il pagamento avviene a 60 giorni fine mese. 

La retribuzione comunque varia molto in base a determinati fattori legati all’impegno richiesto, nello specifico: 

  • Ore di lavoro 
  • Momento della giornata: le ore serali vengono normalmente pagate di più. Un’ hostess impegnata in un lavoro serale (come ad esempio un concerto) può lavorare dalle 4 alle 5 ore per un compenso di circa 60-70 euro. 
  • Giorno della settimana e periodo dell’anno: week end, festività e mesi estivi sono retribuiti meglio 
  • Lontananza da casa: il viaggio viene rimborsato quasi in ogni caso, ma spostandosi spesso si possono ricevere anche dei bonus 
  • Attività richieste: le hostess per fiere internazionali, ad esempio, hanno retribuzioni più alte perché fanno anche da interpreti 

Il salario aumenta anche se sono richieste competenze specifiche per lavorare: nel lancio di un nuovo prodotto, ad esempio, le persone fanno ogni sorta di domanda a riguardo e l’hostess deve essere pronta a rispondere il più chiaramente possibile. Questo comporta la necessità di informarsi a fondo riguardo al prodotto, di comprenderne le caratteristiche tecniche e in molti casi anche di utilizzarlo di persona. Le ore di formazione necessarie nella maggior parte dei casi vengono poi riconosciute nello stipendio. 

1 Comment

  1. […] non è rivolta per una posizione dove sono richiesti requisiti fisici specifici, come un’hostess o steward o per i […]

Leave a Comment

Your email address will not be published.