image

Professione Commessa

In qualunque attività commerciale di vendita al dettaglio il rapporto con i clienti è uno dei componenti fondamentali del successo. Il rapporto tra il venditore ed il cliente è fondamentale per creare quel clima di fiducia che è alla base di ogni acquisto. 

Per questo la figura della commessa è così importante nei negozi: accoglie il cliente e lo supporta negli acquisti, vendendo i prodotti all’interno del punto vendita. 

Chi è la commessa  

La commessa è quella figura professionale che ha il compito di accogliere il cliente all’interno del negozio e assicurargli la migliore shopping experience possibile, ovvero si deve interessare dei bisogni e dei desideri del cliente, identificando gli articoli più adatti a soddisfare le sue esigenze, essendo quindi pronta a consigliare e a supportare il cliente durante tutto il processo di acquisto

A questo fine deve sempre essere in grado di fornire informazioni sulla merce presente in negozio, spiegando le caratteristiche, l’utilizzo, il funzionamento dei vari prodotti in vendita. Inoltre si occupa di informare il cliente sulle promozioni in corso, di conosce nei dettagli i prodotti presenti nel negozio e la loro disposizione, in maniera di aiutare a trovare determinati articoli all’interno del punto vendita e chiarire ogni dubbio dei clienti. 

La commessa svolge le proprie mansioni come dipendente in punti vendita di ogni dimensione: dalla grande distribuzione organizzata (GDO) ai piccoli negozi. Anche il settore merceologico è estremamente vario: dall’elettronica agli alimentari, dall’abbigliamento ai libri, dai mobili agli elettrodomestici, dalla telefonia alla cosmetica, e molti altri ancora. 

Cosa fa una commessa 

Le mansioni specifiche di una commessa cambiano a seconda della tipologia di punto vendita in cui lavora. Una commessa di un negozio di abbigliamento, per esempio, deve saper fornire consigli su taglie, abbinamenti di colore e stili dei vestiti, e proporre alternative che assecondino i gusti e di desideri del cliente. Nel caso di un addetto vendita in un negozio di elettronica, invece, bisogna essere aggiornato in fatto di tecnologia, conoscere gli ultimi dispositivi usciti sul mercato ed essere in grado di fornire informazioni sulle caratteristiche tecniche degli apparecchi. 

Ci sono vari compiti poi che spettano ad una commessa, tutti legati alla gestione del punto di vendita: prelevare la merce inscatolata dal magazzino, sistemare i prodotti sugli scaffali, applicare sistemi di antitaccheggio sulla merce, riordinare e riassortire i reparti, mantenere pulito e in ordine il negozio. 

Una commessa deve anche sorvegliare il comportamento dei clienti, per evitare che possano tenere atteggiamenti inadeguati o dannosi, come il danneggiamento o il furto di merce. Può svolgere anche altre mansioni, come utilizzare il registratore di cassa, gestire i reclami dei clienti, allestire la vetrina, effettuare l’inventario oppure occuparsi delle merci in entrata e in uscita dal magazzino. 

Il reparto, le dimensioni e il tipo di negozio possono influenzare le mansioni di un addetto vendite, così come il grado di autonomia e le possibilità di carriera. In negozi di piccole dimensioni infatti è più facile che i commessi si ritrovino anche a svolgere le mansioni di cassieri, magazzinieri o vetrinisti; il grado di autonomia è più elevato, ma la possibilità di fare carriera è minore. Al contrario, in negozi di grandi dimensioni il lavoro è più rigido e strutturato, ma è più facile fare carriera, e diventare ad esempio capo reparto. 

La maggior parte del lavoro di una commessa viene svolta in piedi, per cui deve essere dotata di una buona resistenza fisica. Altre doti necessarie e molto importanti sono anche la pazienza, l’accondiscendenza e la resistenza allo stress, al fine di soddisfare al meglio le esigenze dei clienti in ogni momento della giornata. 

L’orario di lavoro della commessa è solitamente diviso su turni, dal momento che i negozi sono sempre più spesso aperti anche nelle ore serali, nei fine settimana e nei giorni festivi. È comunque possibile trovare offerte di lavoro per commessa part-time, che permettono un migliore bilanciamento vita-lavoro e che permettono di perseguire contemporaneamente gli studi oppure di seguire la famiglia.

I compiti comuni alle commesse in tutti i settori si possono riassumere come segue: 

  • Accogliere il cliente e supportarlo durante il processo decisionale d’acquisto 
  • Interpretare e soddisfare le esigenze del cliente 
  • Vendere gli articoli in negozio 
  • Curare la disposizione dei prodotti nel punto vendita 
  • Disporre i prodotti sugli scaffali 
  • Mantenere in ordine il negozio 
  • Sorvegliare il comportamento dei clienti 

Come si diventa commessa 

Non sono necessari particolari titoli di studio per diventare commessa. La formazione necessaria per svolgere le varie mansioni viene fornita direttamente sul luogo di lavoro. Un vantaggio può essere avere familiarità con l’utilizzo di dispositivi elettronici, dal momento che possono essere richieste competenze informatiche di base, per utilizzare pc, registratori di cassa, POS e software di gestione ordini/magazzino. 

Inoltre la conoscenza di una lingua straniera è spesso una competenza estremamente apprezzata in molte offerte di lavoro come commessa, e in particolare nelle località turistiche è molto indicata, dal momento che è particolarmente comune dover interagire con la clientela straniera. 

Un aspetto estremamente rilevante poi è la conoscenza del settore merceologico in cui si lavora, dato che bisogna poter suggerire al cliente gli acquisti migliori: ad esempio la commessa di un negozio di arredamento deve conoscere le tendenze dell’abitare contemporaneo, così come l’addetto vendite di un negozio di sport deve essere aggiornato sulle attrezzature e sugli articoli sportivi di ultima generazione. 

A prescindere dalle competenze specifiche, per lavorare come commessa o commesso è necessario possedere una serie di competenze e le attitudini personali come: 

  • Conoscenza delle tecniche di vendita 
  • Conoscenza del settore merceologico di riferimento 
  • Orientamento al cliente 
  • Doti comunicative e relazionali 
  • Atteggiamento amichevole e positivo 
  • Resistenza fisica 
  • Resistenza allo stress 

Carriera e stipendio di una commessa 

Uno dei principali motivi che spinge le persone ad intraprendere la professione di addetto alle vendite è la facilità di accesso: per lavorare nel settore retail, ovvero nella vendita al dettaglio, non sono richiesti requisiti specifici. 

Si possono sempre trovare numerose offerte di lavoro, diffuse in maniera abbastanza uniforme sul territorio, per cui è sempre relativamente semplice trovare un’occupazione nella propria zona di residenza. La flessibilità e la possibilità di un contratto part-time sono poi caratteristiche spesso apprezzata dalle persone che cercano lavoro come commessa, dal momento che possono permettere di avere tempo per gli studi, per la famiglia o per perseguire altri interessi. 

Inoltre si tratta una professione che consente di apprendere le tecniche di vendita e di acquisire competenza nell’assistenza clienti, conoscenze molto utili anche per altre posizioni lavorative nel settore delle vendite

Le possibilità di carriera per la commessa e l’addetto alle vendite sono spesso legate all’organizzazione del punto di vendita: nelle realtà più strutturate, una commessa può diventare capo turno e capo reparto, assumendo funzioni di coordinamento dei colleghi. Il livello di carriera successivo è quello del responsabile di negozio (Store Manager) o del direttore di supermercato (nella GDO). 

Altrimenti un addetto alle vendite può anche passare ad occuparsi di altre attività necessarie per l’operatività del punto vendita, specializzandosi ad esempio nella gestione del registratore di cassa (come cassiera), o nella disposizione della merce negli scaffali (come scaffalista) o in vetrina (come vetrinista).  

Nei punti di vendita di dimensioni più ridotte invece una commessa molto spesso svolge già molte di queste mansioni come parte integrante del proprio lavoro, occupandosi della cassa, della vetrina, della disposizione della merce, dell’organizzazione del magazzino. In questo caso non esistono livelli intermedi, e fare carriera significa direttamente diventare responsabile del punto vendita

Lo stipendio medio di una commessa è di 1.100 euro netti al mese, ovvero circa 19.100 euro lordi all’anno. La retribuzione di una commessa in genere può partire da uno stipendio che non scende mai al di sotto degli 850 euro netti al mese, mentre lo stipendio massimo può superare i 1.700 euro netti al mese, nel caso di addetti alle vendite in boutique di lusso, che offrono aquisti e servizi ad una clientela particolarmente facoltosa. 

leave your comment


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *