Come trovare lavoro con il personal branding

Per trovare un lavoro che ci soddisfi, sia economicamente che nelle nostre aspirazioni, è sempre più importante ingegnarsi a trovare strade nuove, che non pensavamo possibili fino a qualche tempo fa. Una delle espressioni che più spesso sentiamo collegate al mondo del lavoro ultimamente è personal branding, una pratica che viene sempre più consigliata a chi vuole modificare la sua situazione lavorativa, o addirittura ne deve creare una da zero.

Ma cosa significa personal branding e come può essere utile nella ricerca di lavoro?

Promuovere se stessi
Letteralmente personal branding significa avere un marchio legato al proprio nome. Nell’ambito lavorativo significa in pratica promuovere le proprie capacità, dimostrare di essere non solo capaci, ma di poter rappresentare un’eccellenza assoluta in un determinato campo lavorativo. Se si è particolarmente sicuri di riuscire a fare qualcosa meglio degli altri, allora il primo passo da fare è quello di pubblicizzare il proprio lavoro nella maniera più convinta e capillare possibile. Con l’ausilio delle giuste strategie tutto questo lavoro potrebbe essere lautamente ripagato in breve tempo.

Avere le giuste strategie di promozione personale
L’avvento della rete con le sue immense possibilità ha elevato il significato di personal branding, rendendolo maggiormente alla portata di tutti. Basti pensare che per fare una qualsiasi pubblicità non bisogna più passare per i media tradizionali come radio TV e carta stampata. Ora grazie alla rete abbiamo molte occasioni per promuovere il nostro operato. Se fossimo ad esempio un fotografo di talento basterebbe esporre le nostre foto in un sito internet ben costruito per iniziare a far circolare i nostri lavori. E proprio come nel lancio dei marchi tradizionali, anche il nostro brand personale deve avere uno stile riconoscibile, e soprattutto deve riuscire a sfruttare alla perfezione i social network, che sono al giorno d’oggi, il veicolo più immediato per lo scorrere di idee. Se avremo un messaggio coerente con il prodotto o servizio che offriamo, e immediatamente riconoscibile l’operazione avrà buone probabilità di riuscita.

Trovare il proprio spazio
Un’altra condizione fondamentale per impostare una strategia di personal branding di successo è quella di valutare il mercato di riferimento del nostro prodotto o servizio. Naturalmente maggiore è la concorrenza che abbiamo, maggiori saranno le difficoltà per emergere e imporre il nostro brand in maniera vincente. È quindi consigliabile scegliere una nicchia dove posizionarsi per avere maggiori possibilità di successo e minori difficoltà nell’esecuzione della nostra strategia di branding personale

Posso trovare lavoro con il personal branding?
La domanda è d’obbligo e secondo quanto detto poco fa la risposta non può che essere affermativa. Con una dovuta precisazione da fare però: tutte le operazioni di personal branding che possiamo mettere in atto avranno come conseguenza, se ben impostate e riuscite, non tanto quella di trovare lavoro, ma di farci trovare dal lavoro. Proprio per le sue caratteristiche di sviluppo, fare del personal branding significa farsi conoscere, e quindi non dovremmo più rincorrere il lavoro, ma dopo un periodo di naturale crescita del nostro brand, saranno i clienti o le aziende interessate ai nostri servizi a contattarci per sottoporci offerte di lavoro. In pratica l’attività di personal branding permette di rovesciare la prospettiva della ricerca di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *